Funzionamento e vantaggi di una compostiera rotante

Di , scritto il 19 Aprile 2017

In inglese si chiama compost tumbler, in italiano diremmo “composter rotante” o “compostiera rotante” e costituisce uno dei metodi più rapidi e validi per il compostaggio, anche su un balcone di città sufficientemente grande. Grazie all’aiuto del coperchio rotante, infatti, la miscela composta dai rifiuti organici viene costantemente rimestata. Una perfetta sigillatura garantisce il mantenimento di un’alta temperatura costante all’interno e impedisce che topi o altri animali possano essere attirati dal contenuto. Mediante le prese d’aria laterali viene invece garantita la giusta quantità di aria all’interno della vasca. Sul lato è presente una porta di scarico da cui prelevare il compost ottenuto. I modelli più semplici sono attivati da una manovella, quelli più avanzati sono muniti di timer per effettuare automaticamente la miscelazione: in questo modo l’aerazione è costante e favorisce l’ossidazione della massa umida, l’evaporazione dell’umidità eccedente e il rapido decadimento della massa di rifiuti. Sempre parlando dei composter rotanti più sofisticati, alcuni di essi sono muniti di due camere, una per l’immissione di materiale fresco, l’altra per la maturazione. Questo permette la maturazione del compost evitando il contatto con i rifiuti organici prodotti più di recente. Per avere un compost pronto sono necessari cicli di 7-8 settimane.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009