Specie ittiche aliene nel e dal Canale di Suez: un pericolo per i nostri pesci

Di , scritto il 10 Marzo 2015

canale-di-suezL’allarme è stato lanciato da tempo: con il riscaldamento del globo, specie di pesci molto aggressivi stanno invadendo il Mediterraneo. L’IUNC (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura) ha pubblicato una lettera di 450 scienziati di 39 paesi diretta all’Unione Europea, nella quale si chiede una maggiore incisività nei controlli e nella tutela del mare. Per tornare al Mare Nostrum, uno dei pericoli maggiori sta venendo da una vera e propria invasione di pesci tropicali nel Canale di Suez, definite dagli esperti “specie aliene”. Le cose sono peggiorate da quando l’Egitto ha iniziato a costruire una megastruttura che dovrebbe creare un corridoio largo il doppio dell’attuale. Aumenta così il rischio per questo tratto di mare, che negli ultimi anni è stato invaso da centinaia di nuove specie ittiche. Tra queste, il pesce palla argenteo, che è velenoso e pericoloso per gli altri pesci e per i consumatori. E poi c’è la Rophilema, una medusa larga 50 centimetri, pungente e velenosa – capace di intasare perfino le condutture. Anche le nostre mazzancolle sono in pericolo: sono infatti minacciate da gamberi giunti nelle acque italiane proprio dal Canale di Suez.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009