Blower Door: il test per verificare l’ermeticità di infissi ed edifici

Di , scritto il 31 Gennaio 2013

Che cosa si intende per Blower Door Test? Il termine, che potrebbe essere tradotto come “test di tenuta all’aria” indica una tecnica diagnostica che valuta in quale misura un edificio è permeabile all’aria e quindi concorre a determinare la sua classe energetica.

Idealmente, un edificio a basso consumo energetico dovrebbe essere del tutto ermetico a livello di pareti, pavimenti, soffitti e serramenti, sia d’inverno che d’estate. Serramenti o portoni non posati o nastrati correttamente possono generare flussi d’aria a causa della differenza di pressione tra interno ed esterno che compromettono gli sforzi di coibentazione e isolamento (non solo termico, ma anche acustico). Inoltre, la non perfetta tenuta delle superfici aumenta il pericolo di danni per la formazione di condense interstiziali. Per questo è estremamente importante scovare gli spifferi.

Il test, che deve essere effettuato in base alla normativa UNI 13829 (“Prestazione termica degli edifici – Determinazione della permeabilità all’aria degli edifici – Metodo di pressurizzazione mediante ventilatore”), viene eseguito mediante l’installazione su una porta o una finestra di uno strumento simile a un ventilatore che prima pressurizza e in seguito depressurizza l’edificio con una determinata differenza di pressione. Il ventilatore è collegato a un software in grado di calcolare la quantità d’aria che passa dalle “falle”, determinando così il grado di ermeticità dell’edificio e la localizzazione degli spifferi.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009