Effetti e benefici di PhenQ, integratore alimentare che favorisce il dimagrimento

Di , scritto il 03 Maggio 2017

Sulle nostre pagine parliamo volentieri di rimedi naturali per risolvere i problemi di salute. Oggi ci soffermeremo sull’integratore alimentare dimagrante PhenQ, un apprezzato e collaudato mix di vari principi attivi naturali che possono svolgere un’azione assai efficace per la perdita di peso indesiderato lavorando sulla diminuzione dell’appetito e la rapida sensazione di sazietà nel corso dei pasti, ma anche sul ridotto accumulo di nuovi grassi, l’aumento dei consumi energetici e l’accelerazione del metabolismo. A tutto ciò si aggiunge anche il gradevole effetto di un miglioramento dell’umore con un’aumentata resistenza a stress e fatica.

Quali sono le sostanze componenti di PhenQ?
La formula di PhenQ è stata progettata nel Regno Unito e negli USA, rispettando le Norme di Buona Fabbricazione (GMP) e l’Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali (FDA). Si tratta essenzialmente di una miscela di capsico (più noto come peperoncino), piperina (alcaloide presente nel pepe nero), caffeina, niacina (altrimenti conosciuta come vitamina PP e vitamina B3), carbonato di calcio, cromo picolinato, nopal (un tipo di cactus ricco di preziosi aminoacidi) ed L-Carnitina (un acido carbossilico e aminoacido a catena corta presente soprattutto nei tessuti animali).

Quali effetti producono queste sostanze?
La sinergia prodotta da peperoncino, pepe nero e caffeina aumenta la temperatura corporea portando a un consumo di calorie superiore al normale. La piperina contribuisce a limitare la comparsa di nuove cellule grasse, il calcio ha la doppia capacità di creare un senso di sazietà e stabilizzare il peso forma. Dal canto suo, il cromo svolge un’azione di riduzione del desiderio di zuccheri e lipidi, limitando la formazione di nuova massa grassa. Il nopal è impiegato per tre motivi: grazie alla sua composizione funge da taglia-fame naturale, aumenta il livello energetico dell’organismo e combatte la ritenzione idrica. La L-Carnitina, come sanno tutti gli sportivi, è utile per ossidare la massa grassa, ovvero a trasformare le riserve adipose in energia durante l’attività fisica – anche moderatamente intensa. Resta infatti chiaro che, per massimizzare gli effetti dell’assunzione di PhenQ sul dimagramento è opportuno praticare qualche tipo di esercizio fisico o sportivo che renderà più rapido lo scioglimento dei grassi e i consumi calorici.

Eventuali effetti secondari indesiderati di PhenQ?
La risposta a questa domanda è: “No, nella stragrande maggioranza dei casi”. Come per ogni altro integratore non può essere usato dalle donne in gravidanza o nella fase di allattamento e neppure da bambini e adolescenti. Le persone sottoposte a trattamenti medici dovrebbero assumere l’integratore soltanto previo consulto con il loro medico di famiglia. Un altro piccolo inconveniente può riguardare i disturbi del sonno o l’irritabilità indotti dalla caffeina, uno dei più conosciuti stimolanti alimentari: per ovviare è sufficiente rispettare le dosi consigliate (ovvero due compresse, possibilmente contestualmente alla colazione e al pranzo con un mezzo bicchiere d’acqua) e non assumere l’integratore dopo le ore 15. Per quanto concerne la durata della cura, è consigliabile assumere PhenQ per almeno due mesi se si mira a una perdita di peso corporeo sotto i cinque chilogrammi e proseguire invece fino a sei mesi se si desidera un dimagrimento maggiore.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009