Che cosa sono i combustori catalitici a idrogeno

Di

combustore a idrogenoQuando parliamo di combustori catalitici a idrogeno ci troviamo di fronte a una nuova stagione di energia pulita per il riscaldamento.

Questi impianti consentono di produrre energia termica in modo del tutto indipendente dall’uso di combustibili fossili, come metano e nafta. Per il loro funzionamento è sufficiente l’impiego di idrogeno (prodotto da fonti rinnovabili) e aria (presa dall’atmosfera) sfruttando una reazione catalitica (ovvero, senza generare fiamma) e con alta efficienza. Le sole emissioni prodotte da questo tipo di reazione sono ossigeno gassoso e vapore acqueo. Non ci sono emissioni di CO2, né di NOx (perché la temperatura di combustione è relativamente bassa, non superiore ai 350 °C).

I combustori catalitici a idrogeno sono disponibili in versioni a 1, 2, 3 o 6 canali a seconda del fabbisogno di calore in una determinata situazione. Ciascun canale è indipendente e contiene un catalizzatore mediante il quale idrogeno e ossigeno si combinano formando una molecola di acqua e rilasciando calore, il quale viene asportato per mezzo di uno scambiatore di calore che va ad alimentare circuiti di riscaldamento a bassa temperatura, ad esempio, pannelli radianti a pavimento, a parete e a soffitto.

Esistono anche combustori catalitici a idrogeno con ventilatore, adatti per uso privato o in edifici pubblici e combustori catalitici a idrogeno ad aria compressa, limitati a uso industriale, perché possono essere installati soltanto in luoghi che dispongono di un sistema ad aria compressa.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Consigli per l'ambiente e la sostenibilità supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009