In arrivo il teleraffreddamento: calore per produrre acqua fresca

Di

teleraffredamento a2aArriva in Italia una tecnologia che potrebbe rivoluzionare la climatizzazione invernale ed estiva. Si chiama teleraffreddamento o teleraffrescamento e consente di utilizzare l’acqua calda non solo per riscaldare ma anche per raffreddare le abitazioni durante l’estate.

Diversi tecnici della compagnia A2A Energia stanno lavorando al progetto, sulla base dei risultati ottenuti da un gruppo di ricercatori dell’Università di Berlino. Con questa tecnologia, il calore impiegato per riscaldare è utilizzato anche per alimentare gruppi frigoriferi, che abbassano le temperature in tubazioni e ambienti. Detto in altre parole, il teleraffreddamento sarebbe in grado di sfruttare il calore generato dagli impianti di cogenerazione o recuperato dai processi industriali per produrre acqua fresca.

Il sistema si trova in fase di sperimentazione, ma nel futuro potrebbe essere di molta utilità per sostituire climatizzatori e condizionatori d’aria, apparecchi elettronici noti per i suoi elevati consumi di energia elettrica.

Le centrali della compagnia milanese A2A offre già un servizio di climatizzazione, ma attualmente soltanto per grandi utenze e con tubazioni dedicate a Brescia, come l’ospedale civile e l’Università. A Reggio Emilia uno speciale sistema di teleraffreddamento è utilizzato da Iren per climatizzare centri commerciali, uffici comunali, Questura e Poste.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it, 2007-2023, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Consigli per l'ambiente e la sostenibilità supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009