Avere successo su Instagram: qualche semplice trucco!

Di , scritto il 22 Novembre 2019

I motivi per voler espandere il proprio numero di follower su Instagram possono essere moltissimi: magari sei un fotografo che vuole mettere in questa vetrina virtuale il proprio nome associato a dei lavori mozzafiato, oppure un’esperta di fitness che non vede l’ora di ottenere un contratto migliore, ma pure per il semplice gusto di averli: un pizzico di vanità non ha mai fatto male a nessuno, anzi, sapere di piacere ci fa stare meglio nel mondo.

Ecco perché abbiamo deciso di scrivere qualche riga su come aumentare il proprio successo online, usando una piattaforma semplice eppure tanto evoluta come Instagram.

Parleremo dia quali caratteristiche dovrebbero avere le fotografie, di come si utilizzano gli hashtag e di qual è, tra i milioni di fruitori di questa app, il miglior pubblico su cui puntare con i nostri post. Pronti? Via!

Fotografie su Instagram, ma come?

Il nostro profilo è un po’ il nostro giardino: tante specie di fiori e piante (le fotografie) che creano un effetto armonioso. Perché acchiappi di più la vista, sarebbe meglio dare a tutte le fotografie una linea coerente: questa coerenza potrebbe stare nei filtri.

Se filtriamo tutte le nostre foto con dei colori su una tonalità fredda, questo basterà a renderci immediatamente riconoscibili, acchiappando l’attenzione dello sguardo. L’occhio, infatti, resta sempre molto impressionato da questa sensazione di coerenza. Quali filtri? Se non si hanno a disposizione delle app specifiche, basterà affidarsi ai filtri che Instagram ci mette a disposizione: sono molti e sono una vera bomba.

Gli hastag, uno strumento fondamentale

Gli hashtag non sono altro che un’etichetta virtuale posta sui dei contenitori (virtuali anch’essi, ovviamente): molte persone fanno ricerche specifiche sui campi che più interessano e poi danno un’occhiata ai risultati.

In mezzo a quei risultati potrebbe esserci anche il vostro profilo, dandovi un’alta possibilità di essere seguiti. Ma quali sono gli hashtag da utilizzare?

Ci sono diversi siti che vi mettono a disposizione le varie tendenze del momento e il numero di follower per hashtag: basterà inserire quelli per avere la certezza di essere visti da più persone.

Ovviamente bisogna operare una scelta, ed è bene che sia coerente: inutile mettere hashtag inerenti al cibo se pubblichiamo un panorama montuoso, ma questo è evidente. Il numero massimo di “cancelletti” che possiamo utilizzare è trenta: cerchiamo di scegliere con cura, di volta in volta, quali fanno al caso nostro, per avere maggiori possibilità di crescita all’interno del social.

Dopo la ricerca della felicità, ecco la ricerca della popolarità. Per ottenerla su Instagram ci sono passi “obbligati”, come appunto la giusta scelta degli hashtag, ma moltissimo è lasciato al nostro talento e alla nostra fantasia: cercate di pubblicare contenuti originali, non infilandovi in nicchie ormai sature, oppure fatelo ma con una dose di estro tale da lasciare completamente spiazzato chi vi guarda, il classico effetto “Ma perché non ci ho pensato io?”.

Le strade che potrebbero aprirvisi, anche in termini di ritorno economico, perché no, sono davvero molte e valgono la pena di essere percorse. 
A noi non resta che farvi un grosso “in bocca al lupo” e incrociare le dita per il vostro successo!



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009