Risparmiare energia nell’uso del telefono cellulare

Di , scritto il 20 Ottobre 2010

Nessuno di noi ormai è in grado di immaginare una vita senza telefono cellulare. Questo dispositivo ha sicuramente migliorato di molto la qualità della nostra esistenza, e bisogna dire che per molti versi permette di risparmiare su altri fronti: pensiamo a come può sostituire l’uso della sveglia, del GPS, gli appunti cartacei; il display illuminato può perfino diventare una sorta di torcia la  notte! Tuttavia, l’impatto nel consumo di energia derivante dalla ricarica di milioni e milioni di cellulari ogni giorno mondo è assai notevole e andrebbe ridotto con alcuni accorgimenti.

La prima regola per chi aspira a condurre una vita ecosostenibile senza rinunciare alla comodità del telefono cellulare è sicuramente quella di scegliere sempre articoli prodotti in base a standard ecocompatibili e con funzionalità di risparmio energetico: a questo proposito, il nostro blog solotelco.it è sempre in prima linea nel segnalarli!

Per evitare lo spreco di energia elettrica bisogna poi tener presenti alcuni semplici principi:

* Mettere il telefono sotto carica solo quando la batteria è totalmente scarica, e non ogni sera come molti sono soliti fare. Ciò consente non soltanto di risparmiare energia, ma anche di allungare la vita della batteria.

* Utilizzare bene il caricabatterie: staccarlo dalla presa appena finita la ricarica oppure bloccare il passaggio dell’energia nella ciabatta. Infatti, il caricabatterie attaccato alla presa e collegato al telefono continua a consumare energia anche quando questa è già satura. Oltretutto, non facendolo, aumentano le probabilità di cortocircuito in caso di temporale o blackout. Alcuni produttori hanno oculatamente inserito un allarme nei loro modelli di cellulari proprio per incoraggiare le persone a staccare la spina dei caricabatterie.

* Abbassare al minimo la luminosità del display e portare al minimo la durata del tempo di retroilluminazione in caso di non utilizzo del dispositivo.

* Spegnere il cellulare, invece di metterlo in modalità vibrazione, ogniqualvolta si è assolutamente certi di non poter rispondere (per esempio al cinema).

* Disabilitare le funzioni che usiamo raramente: rubano elettricità mediante il lavoro svolto dai chip e dal microprocessore. Tra queste, se non servono, conviene disattivare il Wifi, il Bluetooth, la funzione GPS e la rete 3G sempre attiva. Alcuni modelli recenti possiedono un Energy Profiler, ovvero un sistema che permette di controllare in tempo reale quanta energia sta consumando il telefonino cellulare, quali sono le applicazioni che consumano piùenergia, in modo da chiudere quelle inutilizzate.

* Non lasciare il cellulare in luoghi molto freddi o molto caldi (per esempio, in un’auto parcheggiata al sole): le batterie al litio tenute per qualche tempo a temperature superiori ai 60°, perdono capacità di mantenimento della carica elettrica e molta della loro efficienza.

Infine, a una persona che ha veramente a cuore l’ambiente bisogna raccomandare di sostituire il cellulare con un nuovo modello soltanto quando è veramente indispensabile e comunque trovare dei modi per donare o riciclare il cellulare vecchio.

1 commento su “Risparmiare energia nell’uso del telefono cellulare”
  1. […] questa pagina altri consigli per risparmiare energia nell’uso di cellulari e smartphone. Altre notizie su: […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009