Consigli per un bucato senza sprechi ed ecocompatibile

Di , scritto il 19 Gennaio 2011

Abbiamo già parlato di come fare il bucato inquinando meno. Oggi approfondiamo il discorso con alcune dritte per il lavaggio dei capi e la manutenzione della lavatrice per avere migliori risultati nel bucato senza fare del male all’ambiente. Ve le presentiamo sotto forma di ‘pillole’:

* Si può  sfruttare la capacità del bicarbonato di sodio di addolcire l’acqua migliorando l’azione del detersivo e ritardando il formarsi di incrostazioni nella lavatrice. A ogni lavaggio, aggiungiamo dunque un cucchiaio di bicarbonato insieme al detersivo abituale.

* Per rinfrescare e togliere l’odore di sudore di fumo dagli indumenti usate un cucchiaino di aceto bianco o di bicarbonato di sodio a ogni carico di lavatrice.

* L’ammorbidente può essere sostituito con 1-2 bicchieri di aceto bianco nell’ultimo risciacquo oppure con una manciata di sale da cucina ben sciolto in un bicchiere di acqua tiepida e versato nell’apposita vaschetta della lavatrice.

* Conviene tenere in ammollo i panni tutta la notte prima di metterli in lavatrice: così si risparmierà sulla quantità di detersivo e sull’elettricità necessaria per raggiungere la temperatura che ‘sciolga’ lo sporco.

* La maggior parte di quello che laviamo è quasi pulito. Una piccola parte, invece è molto sporca: conviene allora usare sapone, detersivo puro o una piccola quantità di prodotto specifico direttamente sulle macchie tenaci, prima che queste si secchino e senza lasciare asciugare il detergente.

* Per un buon risultato nel lavare le camicie: prima di lavare, strofinare collo, polsi e altre macchie con sapone di Marsiglia (oppure con qualche goccia di limone o con un impasto di aceto bianco e bicarbonato di sodio).

* Per la manutenzione della lavatrice, scegliete il programma a 30° C e versate nella macchina 4 litri di aceto. Fate fare alla macchina il ciclo completo. L’aceto pulirà tubi e manichette ed eliminerà i residui di sapone.

* Se notate che la lavatrice lascia qualche traccia di ruggine, aggiungete 3 cucchiai di bicarbonato di sodio al detersivo per vari lavaggi.

* Sappiate che i detersivi liquidi, rispetto a quelli in polvere, lasciano meno residui sui tessuti (specie alle basse temperature), che possono costituire un grosso problema per la pelle e per la salute di alcune persone particolarmente sensibili. I migliori detersivi a un tempo efficaci per le macchie, ma anche non dannosi per la pelle e per l’ambiente sono quelli certificati con il marchio europeo Ecolabel, che vedete in alto: ricordatevi il simbolo del fiore circondato da stelline! Se poi riuscite a trovate dei detersivi venduti ‘alla spina’, avrete anche ridotto la quantità di imballaggi e rifiuti: Bingo!

* Infine, ricordiamo che occorre sfatare il mito del bianco a tutti i costi: i detersivi tradizionali lo ottengono soprattutto con azzurranti ottici, ma di per sé il bianco non è garanzia di pulito!



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009