15 consigli per un Natale più ecologico dello scorso anno

Di , scritto il 05 Dicembre 2013

natale suggestivoLe feste di fine anno sono da sempre un periodo in cui si tende a viziare la propria famiglia e se stessi più del solito. Purtroppo, tutto ciò si traduce spesso anche in uno spreco di cibo, regali e imballaggi. Anche se manca ancora qualche settimana a Natale, ecco alcuni consigli per un Natale sempre molto, molto piacevole, ma più rispettoso del Pianeta.

1. Preferire un albero di Natale finto a un abete vero e proprio. Sembra un paradosso, ma l’albero di plastica è un’opzione ben più sostenibile a lungo termine, soprattutto se si intende utilizzarlo per molti e molti anni di seguito.
2. In alternativa, acquistare un abete in vaso sufficientemente grande da poterlo coltivare in giardino e utilizzare anche l’anno successivo. Oppure affittarne uno da un vivaio che lo ritirerà dopo le feste e continuerà a coltivarlo oppure lo pianterà altrove.
3. Usare un timer per le luci dell’albero di Natale, che le spenga automaticamente nelle ore della giornata o della notte in cui non le vedrà proprio nessuno.
4. Optare per i regali fai-da-te invece di acquistare gadget elettronici. Usando creatività e manualità si può andare molto lontano: origami, candele fatte in casa, lavori ai ferri e all’uncinetto: la Rete pullula di idee da copiare, puntualmente corredate da istruzioni o tutorial.
5. Regalare cibo: torte, biscotti, marmellate e conserve sono dei bellissimi doni di Natale, specialmente se incartati in modo originale e creativo.
6. Regalare il proprio tempo: tra gli anglosassoni è una pratica abbastanza diffusa quella di firmare delle specie di assegni in cui ci si impegna a dedicare tot ore a qualcuno quando questa persona lo richiederà – invece di regalare un oggetto.
7. Dare la preferenza a ricette senza carne: sappiamo quale sia l’impatto ambientale dell’allevamento di bovini, suini e pollame. Non sarà difficile trovare squisite ricette vegetariane adatte anche per i giorni di festa.
8. Se proprio non si può rinunciare alla carne, almeno scegliere quella proveniente da allevamenti biologici. Costa un po’ di più, ma potrebbe essere un regalo per i propri famigliari, poiché il sapore sarà sicuramente migliore.
9. Elaborare gli avanzi di cibo in maniera creativa. Anche qui i siti sulla cucina degli avanzi non mancano in Rete!
10. Surgelare alcune delle porzioni avanzate prima che vadano a male nel frigorifero perché nessuno riesce a smaltirle. Oppure regalare porzioni di cibo avanzate a persone bisognose nella propria città.
11. Facendo la spesa, acquistare cibo sfuso o con pochissimo imballaggio.
12. Optare per decorazioni natalizie fai-da-te, ad esempio con vecchie stoffe e pezze di feltro, vecchie lampadine fulminate e dipinte con colori vivaci da usare come palle per l’albero di Natale ecc.
13. Scegliere carta da regalo riciclata. Oppure usare piccoli scampoli di stoffa o pagine di riviste patinate per incartare i regali.
14. Inviare o scrivere biglietti di auguri in carta riciclata oppure emesse da associazioni non-profit come l’UNICEF.
15. Usare trasporti pubblici oppure condividere l’auto con amici e vicini per recarsi nei centri commerciali o a fare gli acquisti pre-natalizi per creare meno smog e intasare meno le strade.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009