USA: è boom di tetti solari

Di , scritto il 27 Gennaio 2014

tetto solareIl tema dell’energia verde è ormai divenuto a pieno titolo parte integrante della quotidianità globale. Tra tutte le forme di energie rinnovabili, il solare è quella che ottiene particolare e sempre maggiore attenzione.

Il fotovoltaico è infatti il settore più in crescita nel mondo, ma in particolare negli Stati Uniti, dove le grandi corporation effettuano sempre più frequentemente grandi investimenti nel solare. L’ultima tendenza a stelle e strisce riguarda i tetti solari, ovvero coperture dei tetti dei propri stabilimenti con pannelli fotovoltaici atti al soddisfacimento del fabbisogno energetico elettrico necessario alla produttività con tecnologie “verdi”.

Il rapporto del SEIA
Con un report dal titolo “Solar Means Business 2013: Top U.S. Commercial Solar Users”, l’Associazione statunitense per l’energia solare (SEIA, Solar Energy Industry Association), ha stilato un elenco di 25 aziende che in USA hanno scelto i tetti solari.

Sul podio vi è la multinazionale Walmart, operante nella grande distribuzione, sui cui stores sono stati installati impianti che producono quasi 90 MW di energia pulita. Walmart è seguita a ruota dalla catena di ipermercati CostCo (con 47 MW installati) e dai grandi magazzini Kohl’s.

Al quarto posto si posiziona Apple, con poco più di 40 MW seguita da IKEA con 35 MW. Seguono quindi altri nomi famosi come Campbell’s, FedEx, Intel, Volkswagen, General Motors e Toyota.

Lo studio porta alla luce (è il caso di dirlo!) l’installazione di 950 impianti per una produzione energetica di 445 MW che, confrontati con la precedente indagine annuale svolta nel 2012, rivelano uno spiccato aumento delle installazioni e della conseguente potenza raggiunta: nel 2012 infatti gli impianti erano 730 per una produzione di 300 MW.

Vantaggi dei tetti solari
Oltre al soddisfacimento del fabbisogno energetico in maniera pulita ed economica, il vantaggio della scelta di installare pannelli fotovoltaici sui tetti consiste nel favorire l’indipendenza energetica dalle grandi aziende fornitrici di elettricità – e dalle frequenti oscillazioni nel prezzo dell’energia. Nel business plan delle multinazionali (e non solo), la spesa energetica costituisce una voce di fondamentale importanza. Walmart ad esempio, grazie all’investimento verde ha risparmiato 2 milioni di dollari nel 2012.

Anche in Italia si è potuto assistere a una discreta espansione del solare a livello privato, grazie anche agli incentivi statali, ma il fenomeno aziendale è ancora poco diffuso.

Sempre in tema di tetti solari, è invece notevole l’iniziativa, come dettagliatamente spiegato nel link seguente, di affittare il proprio tetto a un gestore elettrico ai fini dell’installazione di un sistema fotovoltaico. E’ un modo per produrre energia da sfruttare senza pagare, anzi, guadagnando qualcosa e con la coscienza a posto per il fatto di essere in una posizione di pieno rispetto dell’ambiente.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009