“Eni si toglie la cravatta” per sensibilizzare su risparmio energetico e rispetto dell’ambiente

Di , scritto il 16 Settembre 2015

Eni si toglie la cravatta - risparmio energetico“Eni si toglie la cravatta” è l’interessante iniziativa di eni per sensibilizzare i dipendenti su risparmio energetico e rispetto dell’ambiente nel contesto lavorativo.
Diversi anni fa, nei paesi anglosassoni era nata un’iniziativa chiamata casual Friday, in cui le aziende concedevano ai dipendenti di recarsi in ufficio con un abbigliamento più comodo del solito l’ultimo giorno lavorativo della settimana, tralasciando abiti e scarpe eleganti e soprattutto le fastidiose cravatte. Qualcosa di simile, ma di ben altra portata e significato è avvenuto con l’iniziativa promossa di recente da una delle più importanti aziende italiane, giunta ormai alla nona edizione. Stiamo parlando di “eni si toglie la cravatta”, una campagna di sensibilizzazione verso le tematiche energetiche e ambientali avvenuta il 4 giugno scorso. Perché si parla di “levare la cravatta”? Perché quel giorno i termostati dei climatizzatori in tutti gli edifici del gruppo eni sono stati alzati di 1 °C: una scelta che da un lato ha permesso ai dipendenti di vestirsi in modo più leggero e informale e dall’altro ha dato un significativo contributo al risparmio di energia elettrica e un taglio alle emissioni di anidride carbonica.

Il giorno successivo ha avuto luogo l’incontro “Energy for Environment”, volto a sensibilizzare su argomenti di importanza cruciale come l’efficienza energetica, il consumo sostenibile e l’uso più consapevole delle risorse. Durante l’evento sono stati presentati alcuni importanti progetti e nuove soluzioni tecnologiche che riguardano la galassia eni, nell’ambito dei consumi energetici. Hanno partecipato esperti aziendali impegnati nel miglioramento delle performance energetiche e ambientali in diverse unità di business.

Le due iniziative costituiscono soltanto un esempio della profonda attenzione rivolta dall’azienda a temi come la tutela ambientale e l’uso accorto delle risorse naturali. Al fine di condividere e coltivare questa importante consapevolezza ecologica, eni promuove da tempo al suo interno una vera e propria campagna di educazione ambientale che mira a creare maggiore sensibilità in merito agli sprechi energetici e al riciclo. Lo sta facendo con delle semplici ma efficaci “pillole energetiche” con cui i dipendenti sono stimolati a riflettere su come possono dare il proprio contributo per il rispetto dell’ambiente.

Eccone alcuni esempi:
• Prima di uscire dall’ufficio la sera, in primavera e in estate, lasciare le veneziane o le tapparelle abbassate per evitare l’irraggiamento dei locali per varie ore.
• Sfruttare la luce solare per lavorare e spegnere le lampade in ufficio per almeno 4 ore al giorno. Si risparmia energia e si evita di riscaldare il locale.
• Spegnere sempre la luce all’uscita da una stanza vuota, evitare lo standby di schermi e stampanti: spegnerli ridurrà moltissimo la cosiddetta “energia vampira”.
• Evitare di chiamare più di un ascensore simultaneamente e possibilmente usarlo con altre persone o (ancora meglio per la salute) usare di più le scale.
• Evitare le stampate inutili, usare la funzionalità fronte-retro, quando possibile stampare sul retro di pagine già stampate.

Come potete vedere, si tratta di consigli improntati al buonsenso, che possono essere utilissimi anche a tutti noi che abbiamo a cuore il risparmio energetico nella vita quotidiana.

2 commenti su ““Eni si toglie la cravatta” per sensibilizzare su risparmio energetico e rispetto dell’ambiente”
  1. Giuseppantonio.Tassone ha detto:

    mi addebitano approvvigionamento gas: ho la caldaia rotta e tutti i giorni sono fuori per studio, lavoro ed insegnamento, in modo occasionale, mi riscaldo coi termoconvettori, solo a séra _non e’ eni gas e luce_

  2. Stefano ha detto:

    Sono ottimi consigli, ma bisognerebbe premiare le aziende virtuose che li applicano


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009