Come smaltire il sughero?

Di , scritto il 15 Febbraio 2018

Una bottiglia di vino si stappa volentieri, per un’occasione speciale o quotidianamente come bevanda per i pasti. Le bottiglie vuote vanno a finire nei cassonetti riservati al vetro. Ma che fare del tappo di sughero?

Buttare il sughero nell’indifferenziata è sicuramente sbagliato. Il sughero è un materiale biodegradabile perciò in teoria potrebbe andare bene tra i rifiuti organici (ovvero, nell’umido) e questo è ciò che molti comuni italiani ordinano nelle loro indicazioni sullo smaltimento dei rifiuti. Tuttavia per molti versi questa scelta è “un peccato”.

Il sughero è un materiale prezioso e può essere raccolto dopo il primo utilizzo con un conferimento specifico e reimpiegato in maniera selettiva, soprattutto per utilizzi legati alla bioedilizia. Il sughero vecchio può infatti essere sbriciolato e riassemblato sotto forma di pannelli con ottime qualità fono- e termoisolanti che possono andare a sostituire i materiali derivati dal petrolio tradizionalmente usati.

Certo, i centri di raccolta devono essere cercati dal cittadino con un po’ di buona volontà, magari aiutandosi con i motori di ricerca e l’inserimento di parole chiave come “centri di raccolta sughero + nome della propria città”. Ad esempio, per il Norditalia è utilissima questa pagina del sito ArtiEMestieri.com, che presenta una mappa interattiva con pin indicanti i principali centri di raccolta. Se avete altri punti da segnalare in altre regioni d’Italia, lo spazio Commenti qui sotto è a vostra disposizione.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009