Per risparmiare elettricità è fondamentale eliminare l’energia vampira dello stand-by

Di , scritto il 09 Dicembre 2010

Gli anglosassoni hanno coniato varie pregnanti metafore per definire il concetto: vampire power (energia vampira), phantom load (carico fantasma), leaking electricity (elettricità che va perduta goccia a goccia). Sui manuali tecnici si parla più seriosamente di standby power, ovvero di quel tot di energia consumato dai dispositivi elettronici quando sono spenti o in modalità ‘di attesa’. Stiamo parlando di televisori, lettori, videoregistratori, impianti stereo e home theater, forni a microonde e in generale di tutti quei congegni in cui si accende un LED quando sono sono collegati alla presa di corrente, di quelli che devono mantenere acceso un orologio digitale o un timer per non perderne le impostazioni e che possono essere riattivati da un  telecomando in qualunque momento.

L’elenco include quindi anche decoder per pay-tv o digitale terrestre, impianti per l’aria condizionata (se muniti di telecomando) e modem. Altri aggeggi, come gli alimentatori e trasformatori per computer e simili consumano energia elettrica anche quando la macchina è spenta, perché alcuni circuiti restano attivi anche nei modelli in cui nessuna spia colorata sia visibile: computer, monitor e stampanti, caricabatterie per telefono cellulare e console (anche quando non stanno alimentando l’apparecchio).

L’elettricità consumata nella modalità standby è in primo luogo un enorme spreco energetico. Inoltre, contribuisce a un lieve riscaldamento della stanza in cui è situato l’apparecchio (questo in realtà è uno svantaggio solo d’estate, ma potrebbe essere utile e gradevole d’inverno). In sporadici casi può condurre a cortocircuiti e conseguenti incendi – soprattutto in presenza di temporali, ambienti umidi e apparecchi obsoleti.

Il modo più semplice per ridurre il consumo in standby è quello di staccare la spina quando non si utilizza lo strumento. Ancora più comodo connettere tutti gli apparecchi in una ciabatta con interruttore on/off che spenga tutti gli apparecchi di una stanza in un colpo solo, per esempio la sera o quando si esce di casa. Meglio ancora una multipresa come quella nella foto che, oltre a eliminare in un solo solo i consumi di tutti i dispositivi in stand-by, li protegge anche da sovraccarichi e sbalzi di tensione.

Altri dispositivi come Standby Killer non portano i consumi elettrici a zero, come abbiamo già spiegato in questo articolo, ma riducono il consumo  di un apparecchio in modalità standby a un valore inferiore a 0,25 Watt.

Qualche altro utile consiglio in proposito:

* Identificare tutti gli elettrodomestici che consumano energia nella casa.
* Staccare dalla spina il caricabatterie per telefoni, fotocamere, console di gioco ecc. appena la batteria è arrivata al massimo della carica.
* Quando si lavora al computer utilizzare la modalità ‘sospendi’ invece di basarsi sul salvaschermo. Contrariamente a quanto si crede, infatti, lo screensaver non fa risparmiare energia elettrica.
* Acquistare elettrodomestici e strumenti elettronici con il marchio Energy Star, che, a parità di prestazioni, consumano fino al 50% in meno di energia rispetto ai modelli meno efficienti.

Eliminando i carichi fantasma in casa e in ufficio si può arrivare a risparmiare anche il 10% sulla bolletta dell’energia elettrica. E l’ambiente ringrazia.


5 commenti su “Per risparmiare elettricità è fondamentale eliminare l’energia vampira dello stand-by”
  1. […] notte o quando non risulta la presenza di alcuna persona in casa per eliminare anche la cosiddetta energia vampira dello stand-by; * funzionamento automatico di riscaldamento/climatizzatore quando viene rilevata la […]

  2. […] di display, orologi e spie disseminati per la casa fa comunque girare il contatore. Come abbiamo già spiegato, ogni apparecchio munito di alimentatore esterno, timer, orologio digitale o telecomando prevede la […]

  3. […] Costava 39,99 euro, ma in questi giorni potete averlo per soli 14,99 euro sul portale Oregon Scientific, sempre ricco di gadget e oggetti smart. Il modello ESD100 è uno stand-by saver di facile utilizzo, che consente di ridurre la quantità di energia elettrica consumata dai televisori apparentemente spenti, in realtà in stand-by, che consumano la cosiddetta energia vampira. […]

  4. […] Inoltre, il software invia una notifica non appena è stato completato il processo di carica – un modo per eliminare l’energia vampira. […]

  5. […] di display, orologi e spie disseminati per la casa fa comunque girare il contatore. Come abbiamo già spiegato, ogni apparecchio munito di alimentatore esterno, timer, orologio digitale o telecomando prevede la […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009