Roadie: la batteria d’emergenza portatile di SparkCharge

Di , scritto il 09 Aprile 2021
Roadie

Nel mondo delle auto elettriche il problema più grande sembra essere quello dell’autonomia. Per questo motivo i principali produttori sono alla ricerca di soluzioni sempre più avanzate per le batterie. L’americana SparkCharge ha trovato una soluzione: si chiama Roadie e funziona come una powerbank da attaccare all’auto elettrica in caso di emergenza.

Durante l’evento annuale di questa società, lo SparkDay, è stato presentato questo sistema portatile da 20 kW, che è già giunto alla sua seconda versione. Per aumentare l’autonomia, Roadie funziona con dei moduli batteria da 3,5 kWh impilati: il modello più grande (5 moduli) offre 17,5 kWh ed energia sufficiente per 120 km. Roadie è disponibile nelle potenze 7,10.5 e 14 kWh; per quanto riguarda il prezzo, questo è di 50 centesimi di dollaro al miglio (ovvero per 1,6 km circa).

In caso di emergenza l’automobilista segnala tramite l’applicazione “BoostEV” il luogo in cui si trova e il livello di carica rimasto nella sua batteria. In questo modo potrà essere assistito da uno dei fornitori, che raggiunto il luogo in cui l’auto si trova tramite Roadie, procederà a ricaricarla. In buona sostanza si tratta di un progetto che è una fusione tra l’assistenza stradale e il sistema di batterie ricaricabili dell’azienda.

Per il momento sono 13 i luoghi negli Stati Uniti in cui SparkCharge fornisce il servizio, tra questi, Los Angeles e San Francisco. Nelle altre città l’assistenza è fornita da partner commerciali come Honk e AllState.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009