Prestito Green BNL per famiglie, aziende e condomini

Di
Prestito Green BNL

Grazie ai finanziamenti green di BNL potrete migliorare lo status energetico del vostro immobile e garantirvi un significativo risparmio sui costi delle bollette.

Il prestito Green Bnl rappresenta una valida soluzione di finanziamento per tutti coloro che desiderano intraprendere degli interventi finalizzati al miglioramento energetico della propria abitazione, impresa o condominio. Grazie al prestito Green di BNL è possibile non solo trovare una soluzione che consenta di realizzare i propri progetti, ma anche avvalersi di numerosi servizi e agevolazioni, come ad esempio la valutazione dello stato energetico dell’immobile, con la certezza di affidarsi ad una banca solida ed affidabile.

Prestito Green BNL: quali sono i vantaggi?
Tutti coloro che decideranno di sottoscrivere un Prestito Green Bnl avranno quindi la possibilità di ottenere un finanziamento rimborsabile entro 10 anni, che consenta quindi di coprire tutta le spesa prevista gli interventi mirati all’efficientamento energetico della propria abitazione. In questo caso sarà possibile effettuare diversi tipi di intervento, dall’acquisto di impianti fotovoltaici fino alla sostituzione della caldaia o dell’impianto di riscaldamento, per un totale di 100.000 euro di spesa.

Queste le spese di riqualificazione energetica e ristrutturazione di casa finanziabili con BNL Green:

  • Impianti di energia rinnovabile: pannelli fotovoltaici, pannelli solari e impianti eolici
  • Impianti termo-idraulici (caldaie, climatizzatori, depuratori…) per l’efficienza energetica
  • Isolamento termico per il risparmio energetico: infissi e serramenti, coibentazione e altro ancora

Per tutti coloro che desiderano attuare degli interventi per l’efficientamento energetico della propria abitazione e richiedono i prestiti Bnl, si potrà individuare la soluzione giusta e quindi avere la certezza di un notevole risparmio sui costi delle bollette. Inoltre grazie al Prestiti Green Bnl sarà possibile godere di tutte le agevolazioni fiscali previste per questi particolari soluzioni di finanziamento, così come di eventuali bonus fiscali.

Ciò che differenzia l’offerta Bnl da tutte le altre soluzioni di finanziamento proposte dal mercato è la possibilità di godere dei vantaggi dell’Opzione Reload, che consente all’intestatario del prestito di richiedere altra liquidità senza dover affrontare lunghe trafile burocratiche. Questa tipologia di prestito consente anche di sospendere o rinviare momentaneamente il pagamento di una o più rate grazie all’Opzione Flexi. Si tratta di importanti agevolazioni che rafforzano i vantaggi del prestito BNL, rendendolo uno dei più convenienti del mercato.

Finanziamenti green: una soluzione per ogni esigenza
Oltre alla solidità e all’affidabilità garantita da uno dei gruppi bancari più noti del mercato internazionale, i finanziamenti green di BNL sono in grado di fornire delle soluzioni di finanziamento adatte alle esigenze di ogni specifica tipologia di clientela. Oltre alle famiglie, l’offerta prevede anche delle soluzioni specifiche per le aziende e per gli interventi mirati al miglioramento energetico dei condomini.

Oltre al tasso agevolato e alla possibilità di rimborsare la cifra fino a 120 mesi, i Prestiti Green BNL garantiscono alle imprese una copertura delle spese fino all’80%. In questo modo le aziende italiane avranno la possibilità di adeguarsi alle nuove direttive per i consumi energetici e ottimizzare l’impiego della materia energetica. Nel caso specifico dei condomini, composti fino ad un massimo di 80 unità immobiliari, si potranno finanziare progetti fino al 100%, per un costo massimo di 200.000 euro, rimborsabili in 60 mesi.

Per maggiori dettagli, consultare il sito BNL.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it, 2007-2023, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Consigli per l'ambiente e la sostenibilità supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009