Come gli impianti di casa aiutano a risparmiare energia

Di , scritto il 22 Aprile 2022
risparmiare energia

Il cambiamento climatico e l’aumento dei costi dell’energia sono tra le ragioni più importanti che spingono gli italiani a trovare soluzioni per risparmiare energia. Ottimizzare i consumi ed evitare gli sprechi è un obiettivo comune per evitare di compromettere la qualità della vita e di condizionare il potere di spesa.

Una soluzione che permette di consumare meno energia è l’installazione o il rifacimento degli impianti di casa che aiutano a risparmiare grazie a nuovi criteri di realizzazione. Sono in grado di rispettare gli standard elevati di qualità e di garantire il comfort abitativo con prestazioni elevate di sicurezza.

Per avere un’idea sul risparmio, basta fare un calcolo in base alla classificazione delle case. Tra una casa di livello A+, ossia quella con la massima efficienza, e la casa di livello G, ossia quella che ha i consumi peggiori, c’è una differenza di circa 2.000 euro all’anno nelle spese.

Sul sito Bassetti Home Innovation si possono trovare tutte le indicazioni per realizzare un impianto elettrico a regola d’arte, tenendo conto di due aspetti chiave: la funzionalità e il design. Per avere un’idea delle diverse tipologie d’impianto è utile approfondire e chiarire le caratteristiche di ogni impianto elettrico. La normativa di riferimento per gli impianti elettrici è la CEI 186/1968, che include tutte le indicazioni su materiali, macchinari e attrezzature necessari per eseguire un lavoro di qualità.

Impianto elettrico base

È il livello 1 tra le tipologie di impianti elettrici. Assicura l’erogazione continua di elettricità e gli standard minimi di sicurezza e protezione in caso di incidenti domestici. Si consiglia di installarlo in piccole abitazioni o in case che si utilizzano poco, in modo da contenere il dispendio di energia.

Impianto elettrico standard

Il livello 2 è quello che garantisce un’ottima gestione dei consumi e alti livelli di sicurezza. Include l’installazione di sistemi di allarme e videosorveglianza, videocitofoni e impianti anti-intrusione. Consente inoltre di predisporre diversi punti luce e punti presa per poter utilizzare la luce in modo adeguato.

Impianto elettrico domotico

Il livello 3 è il sistema più efficiente di tutti perché si avvale dell’utilizzo della tecnologia e dei sistemi di automazione. L’installazione di questo impianto prevede un cablaggio specifico per controllare in maniera automatizzata luci, tapparelle, infissi e serramenti, elettrodomestici e sistemi di protezione, come l’allarme e i rilevatori di fumo e gas. Ogni dispositivo collegato all’impianto può essere gestito a distanza via smartphone. Rispetto agli altri impianti elettrici, il domotico è il più costoso, ma il ritorno dell’investimento è immediato e gli standard di sicurezza sono molto elevati. La domotica migliora la vita dei senior che, grazie ad app e schermi intuitivi, possono avere sempre sotto controllo device e apparecchi elettronici e, in caso di problemi di mobilità, è un ottimo alleato per evitare rischi negli spostamenti, grazie alla possibilità del controllo a distanza o con comandi vocali e gestuali.

Come adeguare i vecchi impianti

L’efficienza energetica è un tema molto attuale e di grande importanza da promuovere anche nel caso di un adeguamento dei vecchi impianti. La normativa CEI 64-8/8 contiene tutti i provvedimenti da attuare per migliorare l’efficienza dell’impianto elettrico, con le relative azioni da eseguire per adeguare o sostituire impianti datati.

Edifici efficienti e impianti di ultima generazione contribuiscono a ridurre l’impatto dei consumi a livello globale, apportando benefici diffusi. Bisogna avere la massima attenzione al risparmio e contribuire a limitare le conseguenze negative del surriscaldamento del pianeta.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009