Come essere verdi quando si ha un neonato

Di , scritto il 15 Dicembre 2021

L’ambiente ormai è qualcosa che riguarda tutti in un modo o nell’altro e chiunque cerca di essere sempre più verde, un po’ facendo attenzione agli sprechi e un po’ utilizzando materiali riutilizzabili, ecologici o biodegradabili.

Molto spesso si pensa che una routine quotidiana ecologica e verde possa però essere intaccata con l’arrivo di un neonato, a causa dei pannolini, ad esempio, usati in grandi quantità soprattutto durante i primi mesi del bambino.

Essendo notevolmente inquinanti si ha paura di rovinare quelle buone abitudini intraprese durante la vita senza bambini ma ci sono numerose soluzioni e metodi per attuare buone abitudini verdi nonostante ci sia un neonato in casa.

Vedremo qui di seguito qualche consiglio semplice e utile da mettere subito in pratica con un neonato.

Attenzione all’ambiente con un neonato: scelte sostenibili

Sono molto le scelte ecologiche che si possono fare per salvaguardare l’ambiente in cui viviamo, anche se si ha un neonato o dei bambini in casa. Anzi, iniziare a vivere in modo verde mostrando ai nostri figli come fare è un ottimo inizio per screscere bambini e bambine attenti a questi temi.

Molti genitori si chiedono come fare per vivere uno stile di vita ecosostenibile e sano, stando al passo con la natura, rispettandola e proteggendola. Per poterlo fare è buona norma stare attenti anche alle piccole scelte quotidiane rendendole abitudini sane e verdi.

Bisogna fare molta attenzione agli acquisti che si fanno, soprattutto al supermercato, dove vengono proposte soluzioni e offerte a portata di neonato e genitore, molto allettanti ma poco sostenibili e verdi. L’ideale è fare la spesa con criterio, tenendo sempre a mente i nostri obiettivi e ciò che ci sta a cuore, l’ambiente.

Vediamo qui di seguito alcune soluzioni green utili quando si ha un neonato in casa, che possono riguardare: l’alimentazione, anche prima della nascita del bambino o bambina; la cura della casa e dell’igiene personale; i tipi di tessuto; passaggio di giochi e tutine; attenzione ai pannolini; utilizzo della bici.

  • Alimentazione: fin dalla gravidanza è importante tenere sotto controllo l’alimentazione, cercando di acquistare cibi biologici, presso negozi bio o mercati. Si può trovare ancora più scelta presso i grandi supermercati. Quando si scelgono gli alimenti, si per la mamma in gravidanza che poi per il neonato, è meglio optare per tutti quei prodotti che non contengano pesticidi, ad esempio, o altre sostanze tossiche e dannose;
  • Igiene della casa e personale: sia per l’igiene personale che per la pulizia della casa, meglio optare, anche qui, per prodotti biodegradabili, detersivi che non siano stati sugli animali, quindi di origine animale;
  • Tessuti tutine: L’abbigliamento per neonato, lenzuola o federe, devono essere acquistati possibilmente in fibre naturali. Una buona pratica sarebbe quella di acquistare tutine, giocattoli o accessori per il neonato senza esagerare, devono servire. In questo modo non si sprecherà nulla e magari quando al neonato non serviranno più c’è la possibilità di vendere i suoi oggetti oppure di regalarli;
  • Passaggio di tutine e giochi: anche per quanto riguarda l’abbigliamento per neonato, si potrebbe optare per vestitini o tutine usati, magari da amici e parenti. Se non è possibile ci sono un sacco di negozi che si occupano di vendita di abiti o giochi per neonati a prezzi veramente convenienti e soprattutto di ottima qualità, dato che l’ abbigliamento per neonato viene sempre usato per pochissimo tempo. Con questa buona pratica non ci saranno più sprechi e i prodotti usati acquistati avranno di nuovo una famiglia in cui stare;
  • Pannolini: il prodotto più utilizzato dai neonati è sicuramente il pannolino, se ne consumano moltissimi quotidianamente almeno fino ai due anni di età. Anche qui c’è una soluzione ecologica che eviterà troppi sprechi. la prima alternativa è sicuramente quella del pannolino lavabile, una pratica veramente green che dà la possibilità di risparmiare molti soldi, anche se molto più impegnativo di un pannolino classico. Oltre a questa opzione esiste una soluzione intermedia. Si potrebbero acquistare pannolini ecologici, che si sono usa e getta, ma hanno molto meno impatto ambientale rispetto alla scelta classica. Questa tipologia di prodotto è realizzata con materiali biodegradabili, naturali, senza utilizzare la plastica.
  • Utilizzo della bici: una famiglia che vuole far vivere il propri figlio all’insegna del green deve sicuramente pensare anche al trasporto ed evitare il più possibile l’auto, preferendo mezzi di trasporto meno inquinanti e più green. Bisogna prediligere passeggiate a piedi o in biciletta, magari passando per i parchi cittadini. Questi mezzi sono adatti anche a dei neonati che possono essere trasportati all’interno di un marsupio comodo e omologato. Si ricorda di tenere il neonato sul petto della madre, così da sentire il suo calore e sentirsi al sicuro.

Conclusioni

Seguire queste semplici e pratiche indicazioni aiuterà i genitori e il neonato a vivere un quotidiano all’insegna della sostenibilità. Cercando di salvaguardare il pianeta si farà molto anche per il proprio bambino o bambina, sia a livello etico che educativo. Portandoli a diventare adulti responsabili e attenti a ciò che li circonda.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009