Rapanui Clothing: magliette con messaggi ecologici

Di , scritto il 31 Ottobre 2011

Che cosa vuol dire vendere magliette ecologiche? Sicuramente significa proporre ai clienti t-shirt in materiali riciclati o riciclabili, possibilmente anche provenienti da fibre derivate da piante coltivate con metodi biologici. Se però, oltre alla materia che le costituisce, le magliette hanno anche un messaggio ecologico, è ancora meglio. Entrambe le cose si possono dire di Rapanui Clothing, un brand inglese di eco-fashion vincitore di vari premi di ethical fashion grazie alla sua produzione di tessuti biologici e naturali in stabilimenti alimentati con energia elettrica di origine eolica.

Il contributo di Rapanui Clothing alla sostenibilità deriva dalla totale tracciabilità dei prodotti che va praticamente dalla semina della pianta al negozio passando per la coltivazione, la raccolta, la filatura, la tessitura, la cucitura e il trasporto.

Il vasto catalogo di Rapanui include magliette, felpe, sottogiacca, top e giacche, intimo e calzini, scarpe e accessori – per uomo e donna. Le fibre tessili utilizzate sono il cotone biologico, la fibra di bambù, la fibra di eucalipto, la fibra di canapa e finanche il poliestere riciclato. La maggior parte dei capi sono stampati con inchiostri privi di ftalati.

Quasi tutte le magliette hanno un tema ecologico anche nel disegno – che può essere più o meno esplicito, come la canotta nella foto in alto che dice: “Ricordati che tutto questo una volta era un albero”. Oppure la terza maglietta qui sotto nella gallery che suona: “Fatti bastare quello che hai e riparalo”. O ancora, la maglietta nera e bianca del primo ragazzo: “Gettate semi, non bombe!”. A noi pare particolarmente significativa l’ultima della serie, che disegna il simbolo di pericolo radiattivo con delle mini-turbine eoliche.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009