Piccoli segreti per il risparmio energetico domestico

Di , scritto il 30 Aprile 2015

frigoriferoUn uso attento degli elettrodomestici e la correzione delle cattive abitudini sono i primi passi verso il risparmio energetico

Il risparmio energetico passa sicuramente attraverso una gestione intelligente delle risorse e la correzione di qualche cattiva abitudine. La casa infatti potrebbe essere il luogo in cui si verificano i principali sprechi energetici che manifestano i loro effetti sui costi delle bollette. Per coloro che volessero attuare un piano di revisione dei propri consumi, il primo passo da compiere è quello di valutare attentamente i costi connessi alla fornitura energetica domestica, magari scegliendo una tariffa più adatta al proprio stile di vita e alle proprie abitudini di consumo. In questo caso il confronto delle tariffe per l’energia elettrica offerto dal comparatore SuperMoney, potrebbe essere un buon modo per individuare la giusta soluzione.

Se la valutazione delle proposte del mercato avesse messo in luce tariffe più convenienti, allora bisogna subito cambiare il proprio profilo di consumo o la compagnia energetica. In questo caso, visitando l’apposita sezione dedicata ai consumatori dell’Aeeg, è possibile trovare tutte le indicazioni necessarie per effettuare il cambio in modo rapido e senza inutili complicazioni burocratiche.

Risparmio energetico: ecco come fare
Una buona strategia per il risparmio energetico passa sicuramente attraverso un uso più attento e responsabile degli elettrodomestici presenti in casa. In questo caso la regola fondamentale, da tenere bene a mente al momento d’acquisto, è scegliere la classe energetica A o A+, A++ o A+++. Si tratta di un piccolo investimento iniziale ma di certo ricompensato da una migliore gestione delle risorse.

Frigorifero e freezer

  • Evitare di aprire spesso lo sportello è di certo un buon modo per evitare continui sbalzi di temperatura.
  • Impostare la temperatura del frigorifero tra i 5 e i 7°, mentre quella del congelatore tra i -18 e i -15°, è il modo giusto per salvaguardare la freschezza degli alimenti e ridurre gli sprechi energetici.
  • Lasciare sempre qualche centimetro di distanza tra l’elettrodomestico e la parete permette di evitare danni ai motori di raffreddamento.

Lavatrice

  • Azionarla solo a pieno carico è un ottimo modo per risparmiare energia ed acqua.
  • I lavaggi a basse temperature, ad esempio a 40°, permettono di ridurre l’impiego di energia.
  • Evitare il prelavaggio, soprattutto quando non ci sono macchie ostinate. Una valida alternativa potrebbe essere spegnere la lavatrice dopo 10 minuti dall’avvio del programma. In questo modo il bucato resterà comunque in ammollo. Anche in questo caso il risparmio è duplice, si consumerà la metà dell’acqua e 1/3 dell’energia.

Lavastoviglie

  • Per casi di sporco ostinato, meglio pretrattare e rimuovere a mano i residui di cibo
  • Preferire i lavaggi a ciclo breve e a temperature non troppo elevate.
  • Se è possibile, annullare la funzione di asciugatura. Tenere aperto lo sportello al termine del lavaggio potrà essere una valida alternativa.
  • Curare la manutenzione, pulendo ciclicamente il filtro e usando anche dei prodotti per le tubature interne.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009