Come funzionano i pannelli solari ibridi?

Di , scritto il 29 Marzo 2016

pannelli solari ibridiI pannelli solari ibridi consentono non solo di risparmiare sui costi delle utenze domestiche ma anche di ridurre l’impatto ambientale.

I pannelli solari ibridi consentono di produrre non solo l’energia elettrica necessaria per alimentare i vari apparecchi elettrici, ma anche il calore per riscaldare la propria abitazione e l’acqua del sistema idrico-sanitario. Si tratta di una soluzione estremamente utile, perché consente di risparmiare sulla bolletta della luce e del riscaldamento svolgendo contemporaneamente più funzioni.

Panelli solari ibridi: l’ultima frontiera del fotovoltaico
I pannelli solari ibridi sono in grado di assolvere nello stesso tempo più funzioni perché mentre una parte del modulo assorbe e accumula energia, l’altra parte – costituita da uno scambiatore – incrementa la produzione fruendo anche dell’energia dispersa dal pannello fotovoltaico stesso. Grazie alla possibilità di produrre energia e riscaldare l’acqua nello stesso momento, i pannelli solari possono essere integrati al sistema di riscaldamento di qualunque abitazione.

I vantaggi del pannello solare ibrido arrivano proprio dalle potenza di raffreddamento della temperatura grazie alla capacità di irraggiamento solare stesso dispositivo. Infatti, una volta raggiunti i 25° di temperatura, i pannelli solari ibridi garantiscono un maggiore rendimento elettrico, superiore al 14% delle radiazioni solari. Ciò vuol dire che in estate si può ottimizzare l’uso dell’energia elettrica, mentre durante l’inverno il riscaldamento. Inoltre, la presenza di acqua calda può rivelarsi particolarmente utile durante la stagione invernale, eliminando gli accumuli di neve depositati sui pannelli.

In commercio esistono diverse tipologie di pannelli solari ibridi: ad aria, ad acqua, vetrati e non vetrati e a collettori piani e a concentrazione. Questi ultimi sono in grado di fornire elevate prestazioni nella fase di irraggiamento solare, sia per la generazione di energia che per la produzione di calore per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria.

Quali sono i vantaggi?
Oltre alla possibilità di assolvere con un solo dispositivo più funzioni, grazie al pannello solare ibrido è possibile godere di molti altri vantaggi, come ad esempio i costi limitati. Infatti i costi di acquisto e di installazione di questo dispositivo sono inferiori a quelli previsti da un normale impianto fotovoltaico. Inoltre richiedono una superficie di installazione minore, quindi sono a datti anche a coloro che non dispongono di molto spazio.

Le procedure previste per la manutenzione dell’impianto sono semplici e non richiedono costi particolarmente impegnativi. Inoltre, grazie alla temperatura elevata dell’acqua, questi pannelli consentono di eliminare gli accumuli di neve sui tetti e sono quindi ideali per quelle zone in cui si verificano spesso delle nevicate. Questa funzionalità può essere utilizzata anche per il riscaldamento dell’acqua di una piscina.

Ultimo aspetto, non meno importante, è il ridotto impatto ambientale.  Infatti grazie all’uso di energie rinnovabili, i pannelli solari ibridi consentono di ottimizzare l’uso delle risorse energetiche senza dimenticare il risparmio sui costi delle bollette di luce e gas.


1 commento su “Come funzionano i pannelli solari ibridi?”
  1. valentina8785 ha detto:

    Ottimo articolo, lo farò leggere in famiglia. Grazie mille!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009