Pneumatici ricostruiti: caratteristiche, vantaggi, guida all’acquisto

Di , scritto il 29 Febbraio 2016

gomme ricostruiteGli pneumatici ricostruiti sono quelli su cui il battistrada usurato viene sostituito con altre mescole di materiale molto simili a quelle utilizzate nei pneumatici nuovi. La ricostruzione avviene su una struttura portante che ha esaurito il primo ciclo di vita, ma è idonea alla ricostruzione e che, dopo opportuno controllo di equilibratura e centratura, viene sottoposta a un processo di vulcanizzazione che fonde insieme le parti del nuovo battistrada.

Per questo i pneumatici ricostruiti sono detti anche gomme ricoperte o gomme rigenerate. Esistono da relativamente poco tempo, ma hanno già conquistato l’interesse di tutti coloro che hanno a cuore l’ambiente e sono coscienti del fatto che le migliaia le tonnellate di pneumatici abbandonati in discariche abusive procurano un gravissimo danno ambientale – e anche quelli conferiti in discarica impiegano all’incirca un secolo per decomporsi. Si tenga presente che, mentre la produzione di una gomma nuova richiede l’utilizzo di 20-28 litri di petrolio greggio, quella dei pneumatici ricostruiti preserva almeno l’80% della gomma originale.

Le gomme ricostruite sono sicure, affidabili e di qualità, anche per i mezzi pesanti. Questo perché la ricostruzione dei pneumatici è regolata da precise normative UE che prevedono test e collaudi e l’apposizione di marchiature di certificazione come il codice 108 R sul lato della gomma, la lettera E + un numero a sei cifre all’interno del cerchio, il nome del costruttore, l’anno e la settimana di ricostruzione.

Scegliere pneumatici rigenerati ha anche importanti vantaggi dal punto di vista economico: un treno di gomme rigenerate costa circa il 30% in meno che uno di gomme nuove. E il risparmio è ancora più significativo per i pneumatici di veicoli industriali dei quali viene conservata la carcassa e si paga soltanto il costo della ricostruzione.

Ormai praticamente tutti i più importanti portali web dedicati alle gomme includono nel loro catalogo i pneumatici ecologici. Ad esempio, sul sito www.prezzigomme.com l’interfaccia del comparatore include la possibilità di spuntare il flag ‘Anche gomme ricostruite’. I risultati ottenuti dal motore di ricerca includeranno perciò sia le gomme nuove che quelle rigenerate. Tra le gomme invernali rigenerate economiche spiccano i pneumatici Winter Tact, che sono molto vendute visti i prezzi molto bassi a cui è possibile acquistarli.


2 commenti su “Pneumatici ricostruiti: caratteristiche, vantaggi, guida all’acquisto”
  1. PrezzoGomme ha detto:

    Un altro indicatore utile per consumare e inquinare meno è l’etichetta europea dei pneumatici, che indica anche la classe di risparmio di carburante per ogni pneumatico. Va dalla classe A (migliore) alla classe G, e determina la resistenza del pneumatico al rotolamento sull’asfalto.

  2. Francesco R. ha detto:

    Fantastico, non sapevo dell’esistenza dei pneumatici rigenerati!! Avendo una golf vado a spendere moltissimo per le gomme.. potrei provare a risparmiare!! Grazie mille.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009