Una casa passiva come investimento sicuro

Di , scritto il 28 Ottobre 2010

Siamo giunti a un importante punto di svolta in cui praticamente ogni investimento ‘verde’ si tramuta in risparmio. Oggi come oggi, il grande valore aggiunto di una casa non è solo di renderla non solo confortevole, ma più efficiente e a basse emissioni. Investire nella riqualificazione a livello energetico è una mossa avveduta che può moltiplicare varie volte il valore di un edificio.

L’obiettivo a cui tendere è quello di possedere una ‘casa passiva’. Che cosa significa? Si tratta del livello più alto che può attribuire all’abitazione un ente di certificazione energetica. Questa classificazione si basa su un coefficiente preciso:  la quantità di combustibile necessaria in un anno per riscaldare un metro quadro. Le case passive sono le più ecologicamente virtuose in assoluto, ovvero quelle che consumano annualmente all’incirca solo 15 Kilowattora di energia (ovvero 1,5 litri di gasolio) al metro quadro. Seguono le abitazioni di classe A, con un consumo annuale dai 3,1 ai 5 litri di gasolio per metro quadro. Giù giù fino alla classe G, quella delle case più dispendiose e meno ecologiche, in cui si consumano più di 16 litri di gasolio/mq.

La maggior parte delle nuove abitazioni o di quelle in costruzione appartiene alla classe A, ma in futuro il valore di ogni immobile sul mercato sarà sempre più strettamente legato alla sua classe energetica, calcolata da organismi indipendenti ed estranei alla proprietà, che rilasciano una targhetta da esporre sulla facciata degli edifici di classe B, A e passivi – una classificazione indicante la classe di consumo del fabbricato del tutto analoga a quella esposta sugli elettrodomestici.

Per approfondire: Quanto costa e quanto fa risparmiare una casa passiva?


8 commenti su “Una casa passiva come investimento sicuro”
  1. […] perfetto isolamento termico di infissi e serramenti. Inoltre, bisogna tenere presente il fatto che una casa passiva è un vero e proprio investimento finanziario per il futuro: la riqualificazione energetica (o efficientamento, come si dice in […]

  2. […] dell’immobile ma anche alla sua efficienza energetica. Non tutti possono permettersi una casa passiva, ma qualunque acquirente oculato dovrebbe seguire dei semplici principi per acquistare una casa che […]

  3. […] perfetto isolamento termico di infissi e serramenti. Inoltre, bisogna tenere presente il fatto che una casa passiva è un vero e proprio investimento finanziario per il futuro: la riqualificazione energetica (o efficientamento, come si dice in […]

  4. […] ad alto consumo di energia. Il livello più alto di certificazione energetica A+ (anche noto come casa passiva), è per ora riservato a un numero molto ristretto di edifici. Ma scendendo di un gradino, in […]

  5. Chiarimenti sulla certificazione energetica degli edifici - Kimblo Economia ha detto:

    […] rispettando le regole più rigide del risparmio energetico (in questo caso si parla anche di casa passiva), mentre alla classe G è assegnata la stragrande maggioranza degli immobili italiani in cui non […]

  6. […] rispettando le regole più rigide del risparmio energetico (in questo caso si parla anche di casa passiva), mentre alla classe G è assegnata la stragrande maggioranza degli immobili italiani in cui non […]

  7. Jeannie ha detto:

    Too many copmilemtns too little space, thanks!

  8. […] rispetto dell’ambiente e sull’efficienza energetica. Infatti le residenze avranno una certificazione energetica in classe A, un sistema energetico a emissioni zero, energia elettrica fornita da pannelli fotovoltaici e un […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009