Illuminare la casa in maniera sostenibile con le strisce led

Di , scritto il 28 Giugno 2021
strisce led

Il led è stato inventato nel 1962 da Nick Holonyak Jr e le prime lampadine sono comparse in America negli anni Settanta per poi diffondersi in tutto il mondo e diventare le più ricercate grazie non solo alla loro funzionalità, ma soprattutto a causa del ridotto impatto che hanno sull’ambiente. In questo articolo andremo a vedere i numerosi vantaggi del led e una sua applicazione interessante per illuminare con stile (e basso impatto ambientale) gli spazi delle nostre case: le strisce led. Pronti a saperne di più?

I vantaggi della tecnologia led

Moltissimi sono i vantaggi delle luci led. Vediamo quali:

  • Consentono un risparmio di energia elettrica. Sono una certezza per risparmiare sul costo delle bollette.
  • Hanno una maggiore durata e resistenza rispetto alle vecchie lampadine alogene (durano in media 5 anni ma possono arrivare anche a 30).
  • Sono ecologiche. Non solo minor dispendio di energia ma possibilità di riciclare il 99% dei componenti e consentono di ridurre le emissioni di anidride carbonica.
  • Manutenzione minima.
  • Sicurezza. Mantenendo nel tempo una temperatura bassa, non comportano il rischio di abrasioni o bruciature qualora le si toccasse.
  • Eco-compatibili. Non contengono alcuna sostanza tossica (niente mercurio, piombo o gas pericolosi); non emettono raggi Uv e infrarossi.
  • Sono versatili. Si possono adoperare in ambienti esterni e interni; sono ottime in ambienti in cui è richiesta una continua alternanza di accensioni (ad esempio le scale condominiali).

Questi i vantaggi del led, che è la tecnologia che sta alla base delle strisce led (o led strip). Scopriamo meglio di che cosa si tratta.

Cosa sono le led strip

Le strisce led sono composte dai chip led che vengono posizionati a intervalli regolari lungo delle strisce di rame o di alluminio. I chip led altro non sono che le lampadine led e la loro quantità può oscillare dalle 30 alle 120 fino alle 240 unità per metro; la presenza di resistenze ed altri componenti garantisce il funzionamento ottimale e la durata nel tempo. Per l’accensione sarà necessario collegare la striscia a un alimentatore.

Si possono trovare strip led di dimensioni e profondità diverse: generalmente sono vendute in bobine che possono raggiungere una lunghezza anche di cinque metri. Si possono usare per illuminare tutti gli ambienti della casa, soprattutto quelli che si raggiungono difficilmente con le lampade. Ad esempio possono dare una nuova luce a una ringhiera, a un una libreria o a un mobile bar; ma sono funzionali anche in bagno per illuminare ad esempio il mobile doccia o la vasca. Saranno perfette per dare luce ad angoli che risultano in ombra. Possono essere usate non solo all’interno delle abitazioni, ma anche in ambienti esterni: basterà scegliere quelle con rivestimento impermeabile.

Infine i colori: possono essere sia bianche, sia di tutti i colori: si tratta delle strisce led RGB che grazie alla combinazione di rosso, giallo e blu consentono di ottenere tutte le tonalità.

Montaggio della led strip

Una volta individuato il luogo di posizionamento e la tipologia più opportuna si potrà procedere al montaggio. Basterà tagliare la striscia fino alla lunghezza desiderata, dopodiché sarà sufficiente staccare il nastro adesivo, attaccare la striscia nel perimetro individuato, collegarla e accenderla. Semplice vero? Come visto le strisce led sono facili da montare, sicure, adatte a tutti gli ambienti e soprattutto ecologiche! Perché è bello poter arredare sapendo di avere un basso impatto sul nostro pianeta.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009