In arrivo nuove agevolazioni fiscali per giardini e orti urbani

Di , scritto il 27 Luglio 2015

incentivi giardino e ortoNelle scorse settimane è stato presentato al Senato un nuovo disegno di legge che mira alla promozione e diffusione di giardini e orti urbani nel nostro territorio, attraverso un nuovo pacchetto di misure che comprendono incentivi e detrazioni fiscali per gli interventi di “sistemazione a verde” di aree scoperte di pertinenza degli immobili di proprietà privata.

Il nuovo decreto di legge mette in atto una serie di detrazioni fiscali del 50% per l’esecuzione di giardini pensili e tetti verdi, che erano state introdotte nel 2014 con lo scopo di favorire la diffusione dei tetti verdi per il risparmio energetico, assorbimento delle polveri sottili e riduzione dell’effetto isola di calore.

Adesso il Senato dovrà valutare la nuova proposta, che vuole stabilire un regime di agevolazioni fiscali per interventi di implementazione e riqualificazione di aree verdi private, per renderle paragonabile alle detrazioni fiscali attualmente in vigore per le opere di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici.

Ricordiamo che i tetti verdi migliorano le prestazioni energetiche degli immobile, consentendo un risparmio energetico che può raggiungere il 30% sulla spesa energetica. Da non dimenticare, inoltre, che confrontando le offerte con il comparatore di SosTariffe.it per le tariffe energia elettrica qui reperibile è possibile ridurre la spesa energetica di un ulteriore 10-15%.

Ecobonus per giardini sul tetto e orto urbano

E’ possibile attualmente usufruire degli ecobonus per orti urbani e giardini sul tetto, anche per condomini, attraverso le detrazioni del 65% in vigore per tutti i nuovi interventi effettuati entro il 31 dicembre 2015.

Il nuovo disegno di legge presentato al Senato, d’altronde, vuole estendere l’ecobonus anche agli orti urbani e ai giardini privati, attraverso una nuova detrazione fiscale del 36% in 5 anni per tutte le spese tra i 2.000 e i 30.000 euro, validi tanto per proprietari che per inquilini. Nel caso particolare dei condomini, la detrazione sarà sempre al 36% pero il tetto massimo per le spese sale tra 5.000 e 50.000 euro. E’ necessario, per poter usufruire dei benefici fiscali, che gli interventi eseguiti siano significativi, consistenti e non occasionali.

Il regime fiscale sotto studio dal Senato, infine, che favorirà gli interventi di riqualificazione e recupero di aree private da destinare a zone verdi, porterà non solo benefici indiscussi per l’ambiente, ma anche un aumento del valore ecologico e ambientale delle zone edificate e di portare ad un recupero sostenibile degli spazi privati interessati da degrado e abbandono.


1 commento su “In arrivo nuove agevolazioni fiscali per giardini e orti urbani”
  1. Stefano ha detto:

    I giardini e gli orti urbani sono un’ottima cosa sotto diversi punti di vista, ma mi chiedo se le verdure eventualmente prodotte siano sicure da un punto di vista alimentare, in quanto potrebbero essere contaminate dai numerosi inquinanti delle città.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009