Amianto: il piano del Governo italiano illustrato a Venezia

Di , scritto il 26 Novembre 2012

Il caso amianto è una grave questione di interesse prioritario nel nostro paese. Si è chiusa sabato scorso a Venezia la seconda conferenza nazionale su questo tema, nella quale è intervenuto anche il ministro della Salute, Renato Balduzzi. Secondo i propositi del Governo, il piano nazionale di intervento si svilupperà su tre linee:
1. verifica dei siti inquinati (si sta completando una mappatura, che ne ha già individuati dodici di interesse naturale);
2. presa in carico dei malati e dei problemi legati ai risarcimenti;
3. ricerca scientifica.

Le risorse saranno individuate nell’ambito del Piano per la Sanità. Il Ministro ha parlato di circa 23 milioni di euro, senza contare i fondi destinati ai bandi per la ricerca finalizzata e ha specificato che gran parte di queste risorse sono nuove e non continuazioni di impegni precedenti.

Il Ministero, che prevede soltanto per il 2020 il picco delle malattie come il mesotelioma pleurico, il tumore raro provocato dall’eternit, sta mettendo in atto modelli di intervento in alcuni siti inquinati per la sorveglianza, la prevenzione, la diagnosi precoce (ad esempio con l’uso della fibulina come marcatore predittivo) e la presa in carico dei pazienti.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009