A ogni paese l’energia alternativa più adatta: per l’Italia, il solare

Di , scritto il 26 Gennaio 2012

Vento, sole, acqua, maree, pozzi geotermali. Di solito, ogni nazione, in base alla sua morfologia e posizione geografica, ha una fonte preferibile da utilizzare per le energie rinnovabili. Per esempio, la Danimarca riesce a coprire con l’energia eolica ben il 25% del suo fabbisogno totale. La Norvegia ha energia idroelettrica a volontà, la Gran Bretagna è particolarmente fortunata nella quantità di moto ondoso sfruttabile per produrre elettricità. Per l’Italia, non ci sono dubbi, l’energia solare è la nostra dotazione naturale.

In effetti, negli ultimi anni l’Italia è stato uno dei paesi che più hanno investito sulle rinnovabili: nel 2011 – anno del boom – siamo stati addirittura i primi per quantità di nuovi pannelli fotovoltaici installati, quasi il doppio rispetto al 2010. Nonostante le speranze siano buone per il futuro, purtroppo le tecnologie del solare non sono ancora arrivate al livello di perfezionamento tale da consentire di ricavare davvero grandi quantità di energia dal sole, e non solo a casa nostra. Si pensi che la Germania, il paese che storicamente è partito per primo nell’investimento sul solare (fin dai lontani anni ’70) ed è tuttora leader nel mondo, trae dal sole soltanto il 2% della sua elettricità e meno dell’1% della propria energia primaria.

La strada del solare è valida, ma lunga. Se si potesse continuare a investire molto nella ricerca scientifica e tecnologica, in questo decennio si potrebbe fare grandi passi avanti.

Uno degli ostacoli maggiori al fiorire delle aziende che producono pannelli solari è dovuto al fatto che le dieci maggiori società di produzione dei pannelli, si trovano fuori dall’Europa, principalmente in Cina. Per dirla tutta, la Cina sta avendo un ruolo fortemente negativo nei progressi dell’energia solare – perché per anni ha prodotto pannelli fotovoltaici di bassa qualità e a basso costo e ora li sta svendendo in tutto il mondo, tarpando le ali ai produttori seri che mirano ad avere pannelli più tecnologicamente avanzati e con maggiore rendimento energetico.


1 commento su “A ogni paese l’energia alternativa più adatta: per l’Italia, il solare”
  1. […] potenzialità per le energie rinnovabili in Italia sono ottime. Soprattutto quando si parla di energia solare, poiché il nostro Paese è baciato dai raggi dorati per la maggior parte dei giorni […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009