Rimedi naturali contro l’anemia da carenza di ferro

Di , scritto il 24 Aprile 2012

Di anemia sideropenica (ovvero anemia da carenza di ferro) soffrono moltissime persone, soprattutto donne e anche molti bambini. La mancanza di ferro impedisce la formazione dei globuli rossi e dell’emoglobina, il componente del sangue che trasporta l’ossigeno. Ne deriva uno stato di costante stanchezza, con pallore, capogiri, irritabilità, depressione, mal di testa e una miriade di altri fastidiosi sintomi spesso molto invalidanti. E’ assolutamente indispensabile risalire alle cause dell’anemia, con esami approfonditi che il vostro medico di famiglia potrà prescrivervi. E poi, se la cura prescritta consiste semplicemente nell’assunzione di ferro, la cosa migliore è sperare di riuscire a tollerare i preparati farmaceutici sotto forma di compresse, fialette e gocce. Ma se così non è, bisogna ottimizzare il contenuto di ferro con rimedi naturali e curando l’alimentazione.

Ecco alcuni alimenti consigliati dai nutrizionisti:
* Fegato di bovino
* Carni rosse
* Pesce
* Tuorlo d’uovo
* Crostacei e frutti di mare
* Carne di struzzo

* Pane e pasta integrale
* Avena
* Miglio
* Amaranto
* Quinoa

* Tutti i legumi (lenticchie, fagioli, piselli ecc. – con l’esclusione dei fagioli)

* Tutti gli ortaggi verdi (eccetto gli spinaci che contengono sì una buona quantità di ferro, ma anche acido ossalico che ne impedisce l’assorbimento)
* Barbabietola rossa

* Timo secco
* Prezzemolo
* Ortica

* Frutta disidratata (specialmente fichi, albicocche, prugne secche e uvetta)
* Frutta secca (specialmente sesamo, mandorle e nocciole)
* Semi oleosi (zucca, girasole)

* Germogli di alfalfa
* Tarassaco
* Broccoli

* Cacao amaro e cioccolato fondente

Altri consigli: il ferro si assorbe bene in ambiente acido, meglio se in presenza di vitamina C. Quindi va bene spremere una fettina di limone su carne e pesce oppure terminare un pasto a base di carne con un kiwi.

Altri integratori alimentari utilissimi e molto digeribili sono:
* Melassa grezza di canna da zucchero
* Lievito di birra
* Germe di grano
* Polline fresco
* Fieno greco (in capsule)
* Alghe (spirulina, clorella, dulse – in compresse; da evitare però per chi soffre di ipertiroidismo, a meno che non si tratti di alghe azzurre, come la klamath).



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009