Igiene orale: le soluzioni ecologiche

Di , scritto il 23 Aprile 2021
Igiene orale

Una scarsa attenzione all’igiene orale può avere conseguenze non solo per denti e gengive. Alcuni recenti studi recenti hanno dimostrato una correlazione tra problematiche del cavo orale e alcune patologie di cervello e cuore. I germi e i batteri che entrano attraverso la bocca nel nostro organismo possono infatti disperdersi in tutto il corpo. Dedicare attenzione e tempo all’igiene orale, dovrebbe diventare una priorità. Alcune sostanza di utilizzo tradizionale possono però essere molto deleterie. Ad esempio il fluoro contenuto nei dentifrici (non tanto per le quantità, quanto per l’uso frequente che se ne fa), può causare fluorosi che indebolisce le strutture dentarie e porta all’insorgere di deficit cognitivi. Il collutorio invece, distruggendo tutti i batteri che abbiamo in bocca, elimina anche quelli che regolano il tasso di insulina e ci mantengono in salute.

Come fare quindi per prendersi cura del cavo orale senza utilizzare questi prodotti dannosi per la salute? Noi vi consigliamo alcuni rimedi naturali.

  • Dentifricio all’argilla: mescolare l’argilla (verde o bianca), sale grosso, gocce di limone e gocce di olio essenziale di menta piperita. Il risultato è una polvere omogenea che con l’aggiunta di un po’ d’acqua potrà essere utilizzata abitualmente per il lavaggio dei denti.
  • Olio essenziale di mirra: questa resina mantiene le gengive sane e le riporta in salute, se danneggiate. Basterà aggiungere gocce di olio essenziale di mirra a 1 cucchiaino di vodka e mettere il tutto in un flaconcino. Ad ogni lavaggio risciacquarsi con dell’acqua e qualche goccia di questo preparato. 
  • Pulire la lingua: è il primo passo per un’igiene orale completa. È proprio sulla lingua che si depositano i batteri che causano carie, alitosi e addirittura infiammazioni alle tonsille. Per pulirla basta un semplice nettalingua da usare mattina e sera dopo la pulizia dei denti.
  • Collutorio naturale: fatto in casa con un mix di oli essenziali. Tra questi, gocce di olio essenziale di tea tree, di menta piperita, di salvia e del bicarbonato. Mettere poi il tutto in una bottiglietta da 100 millilitri con dell’acqua e shakerare per far sciogliere del tutto il bicarbonato.
  • Eliminare la placca (o tartaro), che si attacca allo smalto dei denti e favorisce la comparsa di macchie, carie e infezioni. Per eliminarlo è possibile preparare un dentifricio naturale con olio di cocco, bicarbonato di sodio, olio essenziale di menta piperita. Mescolando gli ingredienti risulterà una crema densa da riporre in un barattolo con chiusura ermetica. Attenzione a non utilizzare questo dentifricio più di 3-4 volte a settimana.

Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009