Comprare l’usato: una scelta che piace all’ambiente e al portafoglio

Di , scritto il 23 Febbraio 2011

La riscoperta dell’usato è la tendenza del momento e sono sempre più numerose le persone che, per via delle restrizioni economiche oppure per amore dell’ambiente danno la caccia a elettrodomestici, mobili, abiti, auto, biciclette di seconda mano.

Per gli elettrodomestici usati il risparmio può arrivare anche al 50%. Dovremmo imparare dagli USA, dove vige la pratica per cui ogni vecchio apparecchio viene revisionato e vagliato dalla fabbrica che l’ha prodotto, per poi ritornare con tanto di certificato di garanzia sul mercato. Per quanto ci riguarda, l’idea di comprare un elettrodomestico vecchio, se è a bassa efficienza energetica, non ci sembra saggia. Come abbiamo spiegato in questo articolo, la spesa che deriva dall’acquisto di un elettrodomestico di classe energetica A viene rapidamente ammortizzata dal risparmio sull’elettricità che ne deriva utilizzandolo.

Per quanto concerne il mobilio e gli oggetti di arredamento di seconda mano, la scelta ci pare ottima, e anche la moda ci viene incontro. Qualche oggetto rétro – come una vecchia radio, un giradischi, un comò della nonna – possono dare un tocco glamour a una casa dall’arredamento stereotipato e anonimo.

Anche nell’abbigliamento, il vintage sembra essere una soluzione intelligente per fare fronte alla crisi dei nostri tempi: dai vecchi bauli fanno capolino la borsetta della mamma, i fuseaux che andavano per la maggiore 25 anni fa. E sull’onda di recenti successi cinematografici come Romanzo criminale ritornano in auge camicie dai colori sgargianti, pantaloni a zampa d’elefante. La cosa che più sorprende è che lo stile vintage fa presa anche sui ragazzi molto giovani. E così ecco persone di ogni età in negozi in cui aleggia lo spirito del mercatino: qui si può trovare un capo strano, curioso, originale a un prezzo accessibile; se invece ci rechiamo in una boutique dell’usato i prezzi salgono parecchio.

L’usato è oggi molto richiesto anche nel settore delle auto e delle moto, e la tendenza va di pari passo con il calo delle vendite dei veicoli nuovi. Nel 2010 il giro d’affari è salito del 20% e nel 2011 la tendenza a comprare auto usate è identica. Le auto più ricercate sono quelle di piccole dimensioni, quelle che un tempo si chiamavano utilitarie. E se ne trovano poche. Sempre più diffusa la pratica di vendere e comprare direttamente tra privati. Anche le case di noleggio, che un tempo passavano attraverso le agenzie per rivendere le auto del loro parco macchine, ora rivendono le auto usate direttamente. Anche a costo di risparmiare un po’ meno, scegliere di comprare le auto usate presso un rivenditore garantisce che il veicolo sia rimesso completamente a nuovo prima di tornare su strada: infatti per legge l’auto deve essere venduta con uno o due anni di garanzia. Particolarmente interessanti le auto usate a chilometro 0. Si tratta di auto aziendali da dimostrazione o immatricolate per soddisfare le quote di mercato, ma che di fatto hanno pochissimi chilometri all’attivo. Con le auto km 0 non si possono scegliere colori e dotazione, ma si risparmia anche il 15%.

Anche per le biciclette non mancano le occasioni di seconda mano. Per fare dei buoni affari conviene rivolgersi a un negozio specializzato o a una ciclo-officina. Non che le vendite private o nei mercatini dell’usato siano da escludere, ma danno minori garanzie. Attenzione a eBay: è un servizio molto valido per la compravendita, ma è noto che spesso vengono vendute tramite questo canale biciclette rubate a prezzi decisamente fuori mercato. Il prezzo indicativo di una bicicletta usata dovrebbe essere pari o inferiore al 50%; in caso contrario, decisamente meglio optare per una bici nuova o una ricicletta.

5 commenti su “Comprare l’usato: una scelta che piace all’ambiente e al portafoglio”
  1. […] li utilizzerà oppure a chi ne ha bisogno e non può permetterselo, o anche venderli in un mercatino dell’usato. In alternativa, l’oggetto potrebbe essere modificato e riadattato alle nostre […]

  2. […] per l’utilizzo, anche se non nuovi di zecca. In quest’ottica, oltre che per l’acquisto dell’usato, può sorgere interesse per la pratica del […]

  3. […] non saranno troppo asciutti – anzi, saranno perfetti per la stiratura in tempi brevi. Come abbiamo già spiegato più volte, la spesa derivante da un elettrodomestico di classe A si ammortizza in fretta grazie al […]

  4. […] per l’utilizzo, anche se non nuovi di zecca. In quest’ottica, oltre che per l’acquisto dell’usato, può sorgere interesse per la pratica del […]

  5. mercatino usato ha detto:

    Ciao,
    mi trovo d’ accordo con te, l’ usato può essere un’ ottima soluzione in alcuni casi per essere originali strizzando l’ occhio al portafoglio.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009