KOBOLD e REWEC3: progetti per generare energia da onde e correnti marine in Italia

Di , scritto il 22 Giugno 2011

Se si pensa che in Italia ci sono 8000 chilometri di territorio bagnato dal mare, sembra un controsenso limitarsi a catturare la forza del vento con le turbine eoliche e quella del sole con i pannelli solari per produrre energia pulita. Occorrerebbe investire denaro in maniera significativa per sfruttare appieno la forza del mare per produrre energia elettrica come fanno da più di trent’anni a questa parte paesi come il Regno Unito, il Portogallo, la Norvegia, gli USA, il Giappone e il Canada.

Per ogni 1000 chilometri di impianti per lo sfruttamento del moto ondoso e delle correnti si potrebbe ricavare la stessa energia derivata da una centrale nucleare Epr da 1600 Megawatt, quelle che erano in progetto per l’Italia prima del referendum.

Se ne è parlato la settimana scorsa a Roma nel workshop organizzato dall’Enea sulle Prospettive di sviluppo dell’energia dal mare per la produzione di energia elettrica in Italia. Durante il convegno è stato presentato un prototipo di turbina marina ad asse verticale, chiamata KOBOLD, installata nello Stretto di Messina, che funziona secondo un principio analogo a quello degli Oyster messi a punto dagli inglesi.

E’ in fase di sviluppo anche il progetto tutto italiano delle dighe a cassoni chiamate REWEC3 (Resonant Wave Energy Converter).

Secondo l’Enea, soltanto dalle correnti dello Stretto di Messina si potrebbe produrre energia sufficiente per una città di due milioni di abitanti.

Il vantaggio di questo tipo di impianti è che possono essere installati su opere civili già esistenti (porti, dighe foranee, dighe frangiflutti), oltre che posati al largo delle coste.


1 commento su “KOBOLD e REWEC3: progetti per generare energia da onde e correnti marine in Italia”
  1. silvano zamparini ha detto:

    da piu’ di 15 anni era stata pensata una piattaforma(cassone )da ancorare sul fondo dello stretto di messina,dove vi erono delle pale che giravano a secondo la direzione della corrente.il sistema poteva alimentare di energia pulita tutta la sicilia,ma le lobby,penso che le idee in italia ce ne siano ,ma trovare l’applicabilita e difficile


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009