Colesterolo alto: ecco gli alimenti ideali per ridurne i livelli in maniera naturale

Di , scritto il 20 Settembre 2019
colesterolo

Il colesterolo, contrariamente alla credenza popolare, è in realtà un lipide buono ed utile per l’organismo dell’essere umano. Di fatto svolge diverse funzioni importanti: aiuta la produzione di vitamina D, degli ormoni steroidei e dei sali biliari, questi ultimi indispensabili per una corretta digestione.

Un grasso che possiamo definire come “buono”, almeno finché rimane entro i livelli concessi.

Il colesterolo può essere introdotto nell’organismo attraverso gli alimenti, ma viene altresì prodotto autonomamente a livello epatico. Tuttavia, l’ipercolesterolemia, ovvero livelli troppo elevati di colesterolo, è la prima responsabile di patologie cardiovascolari, soprattutto quando associata a determinati fattori di rischio come la sedentarietà, il fumo, pressione alta, malattie metaboliche, stress, stile di vita sregolato e così via dicendo.

Quindi, per far sì che l’azione del colesterolo resti benefica è bene mantenere i livelli controllati ed effettuare le analisi del sangue periodicamente per scongiurare qualsiasi rischio cardiovascolare.

Colesterolo alto: i cibi concessi

L’alimentazione svolge un ruolo chiave nella salute dell’essere umano, anche e soprattutto in fase di prevenzione e / o riduzione dell’ipercolesterolemia. Secondo quanto dimostrato dagli esperti in materia salute e benessere, la dieta mediterranea è il regime alimentare migliore per prevenire o ridurre naturalmente il colesterolo LDL nel sangue, il tutto ovviamente abbinato ad uno stile di vita sano e ad una buona attività fisica aerobica svolta nel quotidiano.

Tra i cibi assolutamente sì, quindi concessi quando si soffre di colesterolo alto, troviamo verdure e frutta di stagione, pesce azzurro, frutta secca (preferibile per uno snack in sostituzione alla merendine confezionate nemiche del colesterolo), carni bianche, legumi e cereali integrali.

Ottima azione è svolta anche dagli alimenti cosiddetti “antiossidanti”, come per esempio ciliegie, tè verde e kiwi, ideali per evitare l’ossidazione del colesterolo cattivo sulle pareti arteriose, e dagli alimenti funzionali come Danacol. La famosa bevanda a base di latte scremato fermentato di Danone è addizionata di steroli vegetali, i primi nemici del colesterolo LDL.

I test clinici hanno dimostrato che l’assunzione quotidiana di Danacol funziona già dopo tre settimane, sempreché venga bevuto subito dopo il pasto principale, in abbinamento ad un regime alimentare equilibrato ed una buona attività fisica.

Cosa evitare a tavola se si soffre di ipercolesterolemia

Chi soffre di ipercolesterolemia dovrebbe evitare assolutamente alcune tipologie di alimenti. Tra questi ricordiamo le frattaglie, il tuorlo d’uovo, le carni rosse, il latte intero ed i formaggi grassi.

Questi cibi possono essere sostituiti, senza troppe rinunce, con alternative più salutari ed adatte ad una dieta equilibrata.

Le carni rosse, per esempio, si possono sostituire con quelle bianche; all’uovo intero si può preferire solo l’albume; al posto di bere il latte intero è possibile assumere quello scremato, e così via dicendo. A conti fatti, combattere il colesterolo cattivo è assolutamente possibile.

Per farlo, però, è sempre bene cominciare da una modifica delle abitudini alimentari, oltre che dello stile di vita, rinunciando per sempre alla sedentarietà.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009