Case di legno: antisismiche, efficienti ed ecocompatibili

Di , scritto il 20 Maggio 2013

Guardando al futuro è assai verosimile credere che il costo dell’energia sia solo destinato a salire. Perciò è questo il momento in cui chi è attento all’ecologia e al rispetto dell’ambiente deve il più possibile implementare per gli edifici di sua proprietà le conoscenze e le tecnologie per il risparmio energetico che già esistono.

Nel settore delle biocostruzioni sono protagoniste indiscusse le costruzioni in legno che offrono innumerevoli vantaggi:
* tempi di realizzazione dimezzati rispetto ai cantieri tradizionali – nel giro di cinque mesi la casa può essere pronta, chiavi in mano.
* le case con struttura portante e pareti in legno possono essere un prodotto completamente ecosostenibile, ovvero naturale e quasi privo di impatto ambientale.
* i costi di una casa in legno sono paragonabili a quelli di una casa tradizionale, ma a essi corrispondono prestazioni termiche decisamente migliori, soprattutto se munite di serramenti di alta qualità e munite di impianto solare termico e/o fotovoltaico, pompe di calore, impianti di domotica, illuminazione a LED, ecc.
* le case in legno restano le migliori in caso di terremoto. In particolare, il legno ingegnerizzato X-Lam è resistente alle lunghe sequenze sismiche grazie alla sua composizione e più strati incrociati. Con esso sono già state realizzate in trentino case plurifamiliari certificate in classe A+.

Oggi come oggi, vi sono dei casi in cui i costi per intervenire sugli edifici esistenti sono maggiori di quelli di una totale demolizione seguita da una ricostruzione ad hoc, che ci guadagna in efficienza e funzionalità.

Per saperne di più: Case di legno: le preferite dagli architetti del XXI secolo.

3 commenti su “Case di legno: antisismiche, efficienti ed ecocompatibili”
  1. Dante Chieregato ha detto:

    anni fa ci siamo trasferiti dalla Lombardia alle Marche, comperato terreno con rustico di pietra danneggiato dal terremoto del 97 (?) da demolire…. ma avevamo in valigia un progetto di casa in legno di nota azienda trentina … ci siamo rivolti all’ufficio tecnico del comune e qui il “boss” ci ha segato in 5 minuti …. “in zona agricola si può edificare solo la casa rurale marchigiana” …. in paese invece si sarebbe potuto costruire una blockhouse di tronchi …..

  2. Michele Botteon ha detto:

    Ciao Johnny,
    io lavoro per una società che costruisce case in legno. Di solito preferiamo realizzare case passive (realmente passive con certificati e test durante la costruzione e a casa finita), ma se al cliente basta una casa “normale” (tipo casa clima B) si può fare con un buon risparmio sui costi, sopratutto progettuali. Dopo devi sapere che come con le auto i prezzi variano a seconda di cosa ti viene venduto. Come esistono le Ferrari testa rossa (leggi Passiv Haus) esiste anche l’equivalente delle utilitarie cinesi/indiane… quindi occhio ai prezzi stracciati e alle troppo belle promesse.
    Se hai piacere guarda il nostri siti, http://www.armalab.it http://www.armalam.it e http://www.zephir.ph
    Per qualsiasi chiarimento contatattaci

  3. Johnny Starman ha detto:

    Qualcuno mi sa dare un consiglio a chi rivolgermi? Mi è stato indicato questo sito di case prefabbricate in legno, qualcuno lo conosce? Vi ringrazio in anticipo per ogni suggerimento utile.
    Johnny


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009