Regolatori di carica per pannelli solari fotovoltaici: come sceglierli

Di , scritto il 20 Gennaio 2012

I regolatori di carica (anche noti come regolatori solari) sono un componente fondamentale negli impianti fotovoltaici per un sito isolato. Essi regolano il livello di energia accumulata dalle batterie in modo da evitare le cariche eccessive o insufficienti e in questo modo prolungarne la vita.

Il regolatore di carica limita o arresta la carica della batteria solare da parte del modulo fotovoltaico quando questa ha raggiunto una carica completa, e rallenta il processo di scarica impedendo l’arresto totale che provocherebbe danni.

Il regolatore solare visualizza costantemente lo stato di funzionamento del modulo fotovoltaico e lo stato di carica della batteria solare. Può farlo mediante LED o schermo digitale. Si tratta di un apparecchio del tutto autonomo, che misura e corregge il livello di carica in maniera automatica.

Altre funzioni dei regolatori di carica sono: protezione contro i corto-circuiti, protezione dei pannelli solari dalle scariche elettriche di ritorno, protezione termica. I modelli più avanzati sono anche in grado di:
* compensare la temperatura ambiente per misurare la carica della batteria;
* essere comandati a distanza da un computer o una rete informatica;
* lanciare allarmi automatici (sonori, oppure sotto forma di SMS o e-mail);
* attivare/disattivare automaticamente fonti di energie complementari ai pannelli fotovoltaici (come gruppi elettrogeni o reti elettriche tradizionali).

L’ultima generazione di regolatori lanciata sul mercato è quella chiamata MPPT (acronimo per Maximum Power Point Tracking, “ricerca del punto di potenza massimo”), una nuova tecnologia che consente di trarre prestazioni migliori dai pannelli fotovoltaici, con aumento della produzione di energia in percentuale variabile dal 10 al 25%. Un regolatore solare MPPT legge a ogni istante i valori di tensione del pannello solare per stabilire ogni due ore il punto di massimo output: in questo modo può adattare la tensione trasmessa dal pannello a quella che le batterie solari possono assorbire.

I regolatori MPPT permettono non solo di aumentare la produzione di energia di un impianto fotovoltaico, ma anche di prolungare significativamente la durata della vita delle batterie ottimizzandone la carica.

Per scegliere il regolatore solare più adatto alle vostre esigenze, dovete prendere in considerazione due elementi:
– la tensione tra i pannelli e le batterie: il regolatore deve essere in grado di recepirla (di solito si tratta di 12, 24 o 48 Volt);
– l’intensità massima del regolatore (espressa in Ampère): deve essere superiore all’intensità del cortocircuito o dei pannelli solari a cui è collegato. Il dato è indicato su ogni pannello: il margine di sicurezza raccomandabile è pari al 10-20% in più.

Una buona selezione di regolatori solari a prezzi spesso scontati si trova sul sito EcologieShop.


1 commento su “Regolatori di carica per pannelli solari fotovoltaici: come sceglierli”
  1. pannelli solari fotovoltaici ha detto:

    Grazie per l’articolo ,cercavo prpprio qualcosa sull’argomento.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009