Come le viti vergini rampicanti possono migliorare i paesaggi urbani

Di , scritto il 19 Febbraio 2013

Gli inglesi hanno capito da tempo l’importanza ecologica dei rampicanti nelle città, soprattutto quella delle cosiddette “viti vergini”, così chiamate perché la più nota di queste specie proviene dalla Virginia.

Sono piante che possono coprire rapidamente ed efficacemente pareti, alberi, tralicci. Quando coprono i muri esterni di una casa fungono da isolante contro il freddo d’inverno (o almeno finché ci sono delle foglie) e come attenuatore del caldo d’estate (ne abbiamo parlato in questo articolo). Un giardino verticale è inoltre molto bello a vedersi e costituisce una soluzione a buon mercato per coprire tante brutture architettoniche, stati di degrado o ammaloramento degli edifici e naturalmente per rendere più respirabile l’aria.

I detrattori dei rampicanti vedono come svantaggi il tempo e il denaro necessario per la pulitura periodica della parete, l’aumento della quantità di insetti e lucertole che possono infastidire gli abitanti delle case “foderate”. Alcuni non amano l’aspetto che assumono le piante dopo la caduta delle foglie; a noi invece piace l’elegante ghirigoro che resta disegnato sul muro per tre mesi, come nell’elegante facciata dell’hotel parigino Le Pavillon de la Reine che si affaccia sulla stupenda Place des Vosges (lo vedete nel suo pieno fulgore nella foto in basso).

Le specie migliori per tappezzare abitazioni, muri di cinta e altri edifici sono queste due:
* La Parthenocissus virginiana, una pianta robusta con foglie fino a 20 centimetri di larghezza, che arriva rapidamente in luoghi altissimi (fino a 30 metri) e in autunno ha foglie color rosso fuoco;
* La Parthenocissus tricuspidata ‘veitchii’ o Ampelopsis veitchii, nota nei paesi anglosassoni con Boston Ivy, anche se originaria dell’Estremo Oriente. E’ una pianta che non ha bisogno di aiuto per abbarbicarsi sulle pareti, solo di qualche cura iniziale da parte del giardiniere quando le piantine iniziano ad attaccarsi.

Mascherine in pronta consegna

1 commento su “Come le viti vergini rampicanti possono migliorare i paesaggi urbani”
  1. é molto bella l’idea dei rampicanti! Anche secondo me le piante rrampicanti possono cambiare l’aspetto della città e renderla più verde e colorata…
    Andate a vedere: http://appuntiverdi.blogspot.it/ e dite cosa ne pensate!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009