Pannolini compostabili: si usano, si gettano e si sciolgono

Di , scritto il 17 Luglio 2012

Ai pannolini lavabili si è affiancata di recente un’importante novità: quella dei pannolini costituiti da biopolimeri (biofibre in amido vegetale) che li rendono biodegradabili e compostabili, oltre che molto traspiranti e ipoallergenici.

Si chiamano EcoWip e sono un progetto tutto italiano: li ha messi a punto l’azienda Wellness Innovation Project (WIP) di Prato, in Toscana – che di ecologico produce anche molti altri articoli come salviette umide, bavaglini, falde, fazzoletti e spugne.

Inutile dire che l’iniziativa è stata accolta con grande entusiasmo dai genitori, dagli operatori degli asili nido e dagli ambientalisti che hanno a cuore la riduzione della frazione non riciclabile dei rifiuti. Ricordiamo che, in media, per ogni bambino da 0 a 3 anni sono necessari circa 5500 pannolini l’anno, pari a 2 chilogrammi al giorno di rifiuti da smaltire e che, per smaltire un pannolino in discarica occorrono dai 3 ai 6 secoli di tempo!

E così, dopo alcune sperimentazioni in singoli comuni dei Toscana, Lombardia e Piemonte è partito un progetto di circuito provinciale per il conferimento dei pannolini nell’umido guidato dall’azienda Savno di Conegliano Veneto, che gestisce i rifiuti in 42 comuni della provincia di Treviso e che fornirà a 26 asili nido della provincia un kit di pannolini bio e un apposito bidone munito di microchip in cui essi devono essere conferiti una volta utilizzati: il materiale verrà ritirato insieme alla frazione umida dei rifiuti. Una volta terminato il periodo di prova, il progetto potrebbe essere esteso a tutti i nido della provincia.


1 commento su “Pannolini compostabili: si usano, si gettano e si sciolgono”
  1. nora ha detto:

    dovrebbero essere obbligatori ovunque


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009