Alla ricerca di ostelli eco-friendly in Europa

Di , scritto il 17 Gennaio 2012

Sempre più persone desiderano unire la passione per il viaggio al rispetto per l’ambiente. Viaggiare “verde” sembra essere diventata un’esigenza morale di molti. Oggi nelle principali capitali mondiali è possibile soggiornare in strutture che hanno fatto propria la causa del rispetto per l’ambiente e offrono un servizio di qualità a basso impatto sul già fragile Pianeta Terra.

Per esempio, tra i diversi ostelli a Praga, il St Christopher’s at the Mosaic House di cui vedete una foto qui a lato è sicuramente quello a cui assegnare il bollino verde.

L’ostello utilizza infatti energia pulita prodotta tramite pannelli solari, quest’energia alimenta il riscaldamento e garantisce acqua calda. L’architettura stessa dell’ostello è stata pensata ai fini di risparmio energetico e la temperatura in tutte le stanze è regolata da sensori elettronici che limitano al minimo gli sprechi.

Nel caso la vostra passione per il viaggio vi porti a Barcellona, avrete l’opportunità di soggiornare a Urbany Hostel un altro esempio di alloggio dove modernità fa rima con rispetto per l’ambiente.
L’edificio stesso che ospita l’ostello è stato progettato seguendo criteri architettonici e parametri di rispetto ambientale oltre che utilizzando, quando possibile, materiali riciclati.

L’ostello poi ha introdotto una serie di pratiche innovative in materia di rispetto ambientale come sistemi atti a limitare l’inquinamento acustico oltre ad un innovativo sistema di cattura e riciclo dell’acqua piovana. Il 50% dell’acqua utilizzata dall’ostello è infatti acqua piovana suggestivamente depurata. Per completare questo capolavoro di rispetto ambientale, l’ostello utilizza tecnologie elettriche a basso consumo.

La vostra anima verde vi spinge fino ad un paese meraviglioso come il Portogallo? Ad Averio potrete, anzi dovrete, soggiornare presso il Rossio Hostel, che vanta il riconoscimento come primo ostello ecologico lusitano.

Per 10 mesi l’anno il 100% dell’acqua calda utilizzata dall’ostello viene prodotta sfruttando l’energia pulita prodotta da pannelli solari. L’energia prodotta da questi pannelli è anche sufficiente a soddisfare il fabbisogno dell’intero ostello grazie anche a un’oculata politica di risparmio energetico. L’ostello attua anche una rigida e capillare polita di riciclo ed utilizza materiali e prodotti per la pulizia a basso impatto ambientale.

Questi sono solo alcuni esempi di splendidi “ostelli verdi” nelle principali città europee. Rispetto al passato, la novità è che ora ne esistono, basta cercarli. Viaggiare per il pianeta è stupendo, ma rispettarlo è obbligatorio!

Luca


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009