Vernici nanotecnologiche: le pitture ‘intelligenti’ che aiutano l’ambiente

Di , scritto il 16 Settembre 2014

vernici nanotecnologicheLe superfici trattate con vernici nanotecnologiche hanno proprietà davvero interessanti che, applicate su larga scala, potrebbero fare molto per la salvaguardia dell’ambiente e il risparmio di energia. Si differenziano dalle tradizionali vernici per il fatto di combinare microtecnologia e nanotecnologia: contengono infatti microsfere di ceramica che isolano e riflettono i raggi luminosi e nanoparticelle di biossido di silicio che le rendono idrorepellenti. In particolare, il biossido di titanio, minerale molto comune in natura e usato anche in cosmetici e dentifrici, resta ancorato alla superficie delle mattonelle e fa da fotocatalizzatore e catalizzatore di radiazione chimiche, come vedremo sotto.

Innanzi tutto, le piastrelle rivestite con biossido di silicio e colpite dai raggi ultravioletti del sole interagiscono con vari componenti inquinanti dell’atmosfera eliminandoli. Tra queste sostanze dannose vi sono gli ossidi di azoto (responsabili della pericolosa creazione di ozono a bassa quota e della distruzione della barriera protettiva dell’ozono ad alta quota), che vengono ossidati e trasformati in un acido non soltanto molto meno pericoloso perché non più volatile, ma anche recuperabile e utilizzabile come fertilizzante. Per certi versi, la loro funzione assomiglia un po’ a quella degli alberi, le cui foglie, che assorbono e tolgono dall’atmosfera una forma di azoto inquinante.

Oltre a contribuire al disinquinamento dell’ambiente, le mattonelle rivestite di pitture nanotecnologiche sono anche in grado di ripulirsi da sole quando sporche. Infatti, quando vi cade un liquido di qualsiasi tipo, rivelano il loro carattere idrofilico, che porta la goccia a scivolare via. E se si tratta di pioggia, con l’acqua scivola via anche lo sporco accumulato con lo smog.

Le superfici trattate con vernici nanotecnologiche non sono solo autopulenti, ma termoriflettenti: in questo modo la temperatura della casa viene mantenuta più stabile e il calore o la frescura trattenuti all’interno, traducendosi in uno spiccato risparmio economico in bolletta energetica.

Infine, il biossido di titanio sotto forma di vernice è anche battericida, poiché emette delle specie reattive dell’ossigeno, attive contro i batteri. In questo senso è un materiale perfetto per le piastrelle di locali come quelle di ospedali e scuole, poiché è in grado di disinfettare le superfici sfruttando l’azione la luce artificiale (che contiene una componente ultravioletta).

Le piastrelle trattate con biossido di titanio non sono diverse da quelle tradizionali dal punto di vista estetico, costano solo qualche centesimo in più rispetto a quelle normali. Anhce i prezzi della vernice sono del tutto in linea con quelli delle pitture tradizionali di alta qualità.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009