L’isola di Eigg: un microcosmo ecosostenibile in Scozia

Di , scritto il 15 Settembre 2014

isola di Eigg ScoziaL’isola di Eigg appartiene all’arcipelago delle Ebridi Interne in Scozia, misura soltanto 34 chilometri quadrati e offre panorami da cartolina. Inoltre, è un esempio per il resto del mondo di quanto la tenacia dei cittadini possa portare a stabilire esempi virtuosi dal punto di vista ambientale.

Nel 1997 gli abitanti (circa 10.000 persone) si sono riuniti in una cooperativa per comprare l’isola a un prezzo di 1,5 milioni di sterline. Fino ad allora sul territorio non esisteva l’elettricità come la intendiamo noi: soltanto quella prodotta da generatori a diesel, che rendeva impossibile perfino il mantenimento di un frigorifero o di una lavatrice. Portare i cavi elettrici sottomarini fino a un territorio così lontano e piccolo sarebbe stato impossibile perché troppo costoso.

Fu così iniziata la costruzione di una rete elettrica che servisse tutta l’isola, 24 ore su 24. Un sistema oggi che integra tre energie rinnovabili: pale eoliche, piccole centrali idroelettriche che sfruttano l’acqua dei ruscelli e pannelli fotovoltaici. Il tutto unito da 11 chilometri di cavi sotterranei a basso impatto e gestito interamente dagli isolani. Il costo dell’impianto è stato di circa 1.650.000 sterline – apparentemente alto, ma comunque inferiore a quello di un solo cavo sottomarino.

Così oggi, il 90% dell’elettricità prodotta su Eigg è davvero pulita e presto si aggiungerà anche quella prodotta dalle maree per arrivare alla completa indipendenza. L’energia viene accumulata in una centralina di un centinaio di batterie che la conservano per rilasciarla i giorni in cui non soffia il vento o il sole non splende. E in caso di emergenza, esistono sempre i generatori a diesel.

Da quando è arrivata l’elettricità, la popolazione di Eigg è quasi raddoppiata e l’età media è spiccatamente diminuita. La prossima frontiera che si pongono i cittadini di Eigg è l’autosufficienza alimentare con un’agricoltura, un allevamento e una pesca ecosostenibili.

1 commento su “L’isola di Eigg: un microcosmo ecosostenibile in Scozia”
  1. CARLO ha detto:

    a me risulta che gli abitanti sano 100 (cento) e non 10.000 (diecimila)!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009