L’ape nera sicula: robusta, produttiva e sorprendentemente docile

Di , scritto il 15 Aprile 2013

Della moria delle api abbiamo parlato più volte sulle nostre pagine e abbiamo anche sottolineato come la loro sopravvivenza e l’importantissimo contributo che danno all’ecosistema sia estremamente in pericolo. Il crollo della popolazione di questi preziosissimi e insostituibili insetti attraversa tutti i continenti: purtroppo, rispetto a qualche anno fa, la popolazione di api è stata decimata dovunque. Malattie e parassiti come la varroa, i cambiamenti climatici, le pratiche agricole che escludono la rotazione dei terreni e soprattutto l’utilizzo di pesticidi contenenti nicotina nelle colture – sono queste le minacce che incombono sulle api.

In questo panorama c’è una felice eccezione: è costituita dall’ape nera sicula, ritrovata da alcuni apicoltori alla fine degli anni ’80 in alveari abbandonati – dopo essersi quasi estinta. Di lontani origini africane, questo insetto è particolarmente forte e resistente alla varroa perché è geneticamente intatto, ovvero è rimasto come allo stato selvatico. Dopo millenni nel territorio siciliano, si è evoluta in direzione di un’estrema docilità, tanto da poter essere presa in mano dall’apicoltore senza pungerlo. Queste api sopravvivono anche senza trattamenti farmacologici e sono molto richieste dai proprietari di serre per impollinare le pianti delle coltivazioni: infatti sono assai dinamiche e resistenti alle temperature più varie. Non vanno in blocco di covata durante l’inverno e nel periodo più freddo producono miele di nespolo e di mandorlo, particolarmente ricchi di antiossidanti. L’ape nera sicula è un presidio Slow Food: maggiori informazioni su questa pagina.


1 commento su “L’ape nera sicula: robusta, produttiva e sorprendentemente docile”
  1. Tastando ha detto:

    L’ape nera sicula ha rischiato di scomparire intorno agli anni ’70. L’estinzione è stata schivata grazie alle ricerche di Pietro Genduso, un etnomologo siciliano, che trasmettendo il proprio sapere a Carlo Amodeo, allora suo studente, ha contribuito all’apprezzamento e alla tutela di questa specie. Oggi Amodeo è il titolare di uno degli allevamenti più importanti in Sicilia di ape nera sicula 😉


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009