Come la domotica può aiutare a risparmiare energia

Di , scritto il 15 Aprile 2013

La domotica (che in inglese si chiama home automation) è una scienza che si avvale dell’apporto di conoscenze derivate da informatica, elettrotecnica, elettronica, telecomunicazioni ed ingegneria edile per studiare soluzioni atte al miglioramento della qualità di vita domestica. In essa è fondamentale il concetto di casa intelligente, in cui vari sistemi di controllo e automazione consentono di avere pieno controllo dell’utilizzo di energia nell’ambiente domestico, anche in modalità remota.

La domotica è un’industria in continua espansione, ma non è soltanto un trend per i proprietari di case che desiderano utilizzare le tecnologie avanzate: è anche un ottimo strumento per ridurre i costi energetici totali dell’abitazione. Di solito la progettazione include un solo sistema centralizzato che controlli luci, temperatura, impianti musicali, televisori e sistemi di sicurezza. Può trattarsi di un solo pannello all’interno della casa, ma anche di un impianto gestibile da lontano via Internet. Pochi clic dal proprio PC, tablet o smartphone possono spegnere il riscaldamento e tutte le luci, riducendo notevolmente la bolletta energetica e – indirettamente – le emissioni totali di CO2.

Altri esempi di come può funzionare una casa intelligente a livello di impianto elettrico, di climatizzazione e di sicurezza:
* riduzione dei campi magnetici nei vani in cui si rileva la presenza di persone;
* isolamento e protezione attivata automaticamente in caso di temporale;
* spegnimento completo di taluni elettrodomestici o apparecchi come tv, decoder, lettore DVD a comando oppure in automatico durante la notte o quando non risulta la presenza di alcuna persona in casa per eliminare anche la cosiddetta energia vampira dello stand-by;
* funzionamento automatico di riscaldamento/climatizzatore quando viene rilevata la presenza di persone;
* riscaldamento adeguato automaticamente a seconda del tasso di umidità;
* autospegnimento dei caloriferi quando viene aperta una finestra;
* chiusura/apertura automatica delle tende esterne, tapparelle ecc. in base a rilevamento di raggi solari intensi o vento in maniera da massimizzare l’apporto di calore (oppure il raffrescamento) nella casa;
* accensione automatica di elettrodomestici nelle ore in cui l’energia costa di meno (a parte il frigorifero, ovviamente);
* con spegnimento automatico delle luci pre-impostato in base agli ambienti.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009