Come funziona un forno solare?

Di , scritto il 15 Febbraio 2013

Sembra strano parlarne nella stagione più fredda dell’anno, ma il concetto di forno solare è estremamente interessante e merita di essere preso in considerazione perché costituisce un modo eccellente per sfruttare l’infinita energia che ci viene fornita dal Sole. Questo attrezzo, che si può presentare in molteplici forme, sta diventando sempre più comune nelle nazioni meno sviluppate di Asia e Africa. I forni solari costano poco e molte organizzazioni senza scopo di lucro li distribuiscono nelle aree dove è impossibile l’approvvigionamento di energia elettrica.

Anche alle nostre latitudini esistono delle versioni da campeggio per coloro che vogliono cucinare all’aperto senza accendere pericolosi fuochi. In effetti i forni solari sono una soluzione responsabile dal punto di vista ambientale perché si limitano a trasformare in calore la frazione infrarossa dello spettro della luce solare.

Il Sole è la fonte di energia, i pannelli riflettenti del forno solare dirigono la luce su una teglia o un contenitore (preferibilmente dalle pareti scure, per assorbire meglio), a sua volta posizionato dentro o sotto una calotta di vetro o di plastica trasparente che trattiene il calore.

Un forno solare può raggiungere anche i 200 °C di temperatura. E’ anche possibile costruirne uno in maniera artigianale, con una scatola di legno, oppure un cartone di quelli per il trasporto della pizza, un contenitore di plastica o di metallo. L’importante è che intorno al contenitore per il cibo siano piazzate delle superfici riflettenti e orientabili in base ai raggi solari. Certo, con questi strumenti non si raggiungerà mai l’efficienza dei forni solari parabolici, i quali in una giornata molto calda possono sfornare pane a sufficienza per molte bocche. Questi si chiamano anche concentratori solari e sono costituiti da pareti metalliche concave curvate e altamente riflettenti. Il calore che possono raggiungere è così elevato che conviene farli utilizzare soltanto a personale esperto.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009