I telefoni cellulari danneggiano il DNA?

Di , scritto il 14 Giugno 2012

Da anni in ambito scientifico si discute sulla vera o presunta pericolosità dei cellulari. Non si sono ancora trovate conferme definitive, anche se gli esperti concordano nell’affermare che va evitato l’uso continuo ed eccessivo di questi dispositivi, preferendo l’utilizzo dell’auricolare per limitare l’impatto delle onde elettromagnetiche sull’orecchio e il cervello.

Secondo una recente ricerca del dr. Boian Alexandrov del National Laboratory nel Nuovo Mexico, il chip contenuto nei telefoni cellulari, che emette onde T (con frequenza in Terahertz) potrebbe addirittura danneggiare il nostro DNA, rompendone i filamenti elicoidali. Stanno approfondendo le ricerche altri istituti come l’Università del Texas a Dallas, ma alcune aziende stanno già studiando la messa a punto di nuovi microchip che non siano dannosi per la salute.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009