Il Barilla Center for Food & Nutrition si presenta al Parlamento Europeo

Di , scritto il 12 Ottobre 2010

Accesso al cibo, agricoltura, cambiamenti climatici, salute, scarsità di risorse: questi sono problemi epocali accentuati dalla crisi economica e dall’andamento demografico.

Occorre studiare risposte e mobilitare risorse in un approccio integrato. Per questo due anni fa è nato il Barilla Center for Food & Nutrition, che si è presentato proprio oggi per la prima volta sulla scena internazionale al Parlamento Europeo con lo studio ‘Doppia piramide’: da un lato alimenti sani per le persone, dall’altro alimenti sostenibili per il pianeta.

I cibi più sani, ha spiegato Guido Barilla, sono anche quelli che tutelano di più l’ambiente. L’obiettivo del Centro Barilla per il cibo e la nutrizione è dare alle persone il maggior numero di informazioni possibili, e nella maniera più accurata possibile, in modo da creare un’opinione chiara, certa, oggettiva, sui temi legati al cibo per il futuro. Poiché la domanda di cibo supera largamente l’offerta, è necessario guardare alla realtà con uno sguardo orizzontale, e non verticale – cioè, settore per settore.

A conclusione, il vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani ha annunciato per il 16 novembre il primo Forum per l’agroindustria, che affronterà i temi dell’innovazione, della logistica, della competitività del settore agroindustriale e dei problemi connessi alla distribuzione.

[via HelpConsumatori]


1 commento su “Il Barilla Center for Food & Nutrition si presenta al Parlamento Europeo”
  1. […] studio del Barilla Center for Food and Nutrition ha calcolato l’impronta idrica degli alimenti e l’ha illustrata partendo dalle nozioni […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009