La cogenerazione contro gli sprechi

Di , scritto il 12 Settembre 2012

Gli impianti di cogenerazione servono a produrre energia elettrica ed energia termica. Lo fanno utilizzando un’unica fonte energetica che sfrutta gli “scarti di produzione” del primo sistema per alimentare il secondo, e viceversa, con notevoli vantaggi di riduzione delle emissioni nocive per l’ambiente e altrettanto rilevante risparmio economico.

Fra i più utilizzati ci sono gli impianti di cogenerazione a gas naturale, ma si stanno esplorando molte altre fonti energetiche impiegabili in questo senso.

Proprio in questi giorni alla fiera di Roma si tiene un evento congressuale sul tema Zero Waste, cioè “spreco zero”, nel quale, accanto al tema delle possibilità di riciclo e riutilizzo dei rifiuti, si affronta il vasto ambito della produzione di energia sostenibile tramite, fra l’altro, l’impiego di impianti di cogenerazione e trigenerazione a biodiesel, biogas, biomasse, olio vegetale.

Data l’espansione della cogenerazione in Italia tra il 2004 e il 2010, che ha portato a un incremento della potenza complessiva di circa 3000 MW, ZeroWaste ha deciso di riservargli, a partire dalla prossima edizione del 2013 un’area tematica dedicata, all’interno della quale sarà possibile fare il punto dello stato dell’arte della tecnologia e presentare prodotti e soluzioni per i vari ambiti di utilizzo, a partire da grandi strutture come università e ospedali, fino a edifici residenzali.

Notevole è anche l’apporto che questo tipo di tecnologia può dare al problema dell’inquinamento dato dall’allevamento, riciclando le emissioni animali in energia utilizzabile dalle stesse aziende agricole.

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009