Casa Farnsworth in versione ecosostenibile e antisismica

Di , scritto il 11 Giugno 2013

villa-casaclimaCasa Farnsworth è uno dei progetti con i quali divenne famoso l’architetto tedesco Ludwig Mies van der Rohe. Maestro del Movimento Moderno, il suo motto era less is more: aveva infatti ridotto le strutture degli edifici all’essenziale, abbinando sempre funzionalità ed estetica. Casa Farnsworth fu progettata nell’immediato dopoguerra su commissione di un medico di Chicago. Di recente la medesima struttura è stata riprogettata dall’architetto e designer Michele Perlini nella zona di Verona con un ripensamento nei materiali in direzione ambientale, conservando le proporzioni originali.

L’involucro dell’edificio è stato ottimizzato dal punto di vista energetico, incluso l’orientamento rispetto al sole. Sono stati utilizzati materiali isolanti oppure trasmittenti a seconda della necessità e gli impianti sono stati progettati in modo da avere un basso impatto ambientale. La struttura portante è composta da pilastri di acciaio e travi di bordo perimetrali di appoggio per il solaio – che risulta così sollevato dal suolo e anche ben isolato dal terreno grazie a un primo strato in fibre di legno e a un secondo in polistirene estruso.

Sopra questo solaio poggia una struttura prefabbricata in legno – non soltanto antisismica, ma anche ideale per impedire la formazione dell’umidità di risalita Nel progetto è stato calcolato a dovere lo spessore degli isolamenti in modo da interrompere il passaggio termico tra interno ed esterno; particolarmente interessanti i serramenti con vetri basso-emissivi che catturano i raggi solari d’inverno, trattenendo il calore. D’estate, invece, la casa viene invece schermata dai frangisole in alluminio.

La villa è munita di un impianto di rigenerazione dell’aria che la filtra e ne regola l’umidità, evitando così di dover aprire le finestre quando le condizioni climatiche sono estreme. Per il riscaldamento, la casa si basa su una caldaia a condensazione che alimenta dei pannelli a pavimento. D’estate il raffrescamento è invece possibile grazie a una ventilazione meccanica controllata. Grazie a tutte queste caratteristiche, la casa ha ottenuto la certificazione di CasaClima in classe A.

Un esempio da manuale di casa efficiente dal punto di vista energetico costruita ex novo. Non dimentichiamo però che si può intervenire con successo anche su edifici già costruiti, esistenti da secoli o addirittura diroccati. La ristrutturazione adatta alla certificazione energetica costa circa il 5% in più rispetto ai sistemi convenzionali, ma il risparmio che ne segue è enorme.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009