Il doppio vantaggio delle biomasse nella strategia energetica e nella manutenzione del territorio

Di , scritto il 10 Aprile 2012

Puntare sulle energie rinnovabili fa parte delle scelte dell’Unione Europea per superare la crisi economica. E in questo contesto, specie per l’Italia, la filiera produttiva delle biomasse può giocare un ruolo fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi prefissati dalle direttive UE. La strategia è utile su almeno tre fronti:

* produzione di energia elettrica e termica (con la precedenza agli 800 comuni italiani non ancora metanizzati)

* produzione di biocarburante (bioetanolo derivante dalla loro fermentazione)

* manutenzione del territorio.

Infatti, mentre si raccoglie materiale adatto per lo sfruttamento energetico, si fa anche manutenzione del territorio, innescando un circolo virtuoso volto a prevenire molti dei disastri ambientali dovuti all’incuria e peggiorati dai cambiamenti climatici.

Le biomasse hanno dunque un potenziale unico tra le energie rinnovabili: non soltanto riducono la dipendenza del nostro paese dalle fonti fossili, ma arginano gli effetti di agenti atmosferici sempre più violenti.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009