Global Seed Vault? E’ la banca dei semi del pianeta – su un’isola della Norvegia

Di , scritto il 09 Giugno 2015

Global Seed VaultIl nome esatto in inglese è Svalbard Global Seed Vault (che significa “Deposito sotterraneo globale dei semi di Svalbard”) è potrebbe essere definita scherzosamente come “l’arca di Noè delle piante”. In pratica, un bunker inaccessibile ai non addetti ai lavori che si trova sull’isola norvegese di Spitsbergen, nell’arcipelago artico delle Svalbard. Qui, a 1200 km dal Polo Nord, in pieno Mar Glaciale Artico, si trova la più preziosa riserva di semi della Terra: ogni varietà vegetale è rappresentata da una piccola quantità di semi conservati in condizioni stagne, ovvero protetti nella migliore maniera, in modo da poter durare per molti anni. C’è una copia di tutte piante del mondo che potrebbe servire nel caso di catastrofi naturali e non. Il caveau è una sorta di immenso frigorifero ipertecnologico lungo 27 metri, con 3 sale, porte d’acciaio, resistente a un eventuale attacco nucleare. La sua realizzazione è costata 9 milioni di dollari ed è stata voluta dal governo norvegese. Il centro ha la capacità di stoccare 4,5 milioni di varietà di colture per un totale di 2,5 miliardi di semi. Il caveau è già servito in passato per rimediare a danni molto ingenti generati da tifoni e altri eventi atmosferici (aumento della temperatura, impoverimento del suolo) oppure danni da guerra. Infatti, in realtà ogni nazione ha una sua collezione di semi, ma quando quelle di Afghanistan, Iran e Siria sono state distrutte, fortunatamente è stato possibile avvalersi di quelle già depositate in Norvegia.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009