Cannucce biodegradabili: molto meglio di quelle di plastica

Di , scritto il 09 Maggio 2012

Anche se è vero che dal 1° maggio 2012 finalmente anche le stoviglie di plastica usa-e-getta sono riciclabili, nel senso che possono essere conferite nei contenitori per il riciclo della plastica insieme agli imballaggi, secondo noi è comunque preferibile usare per le nostre feste o per i picnic piatti, bicchieri e posate costituite da materiale biodegradabile.

Abbiamo anche trovato delle bellissime cannucce biodegradabili di Kikkerland Design. Dall’aspetto un po’ vintage con questo motivo a strisce rosse e bianche (ma disponibili anche nel colore blu e bianco), sono acquistabili in confezioni da 144 pezzi.

Perfette per cocktail, bibite e frullati, sono totalmente biodegradabili e anche compostabili. Infatti, per chi non lo sapesse, i termini compostabile e biodegradabile non sono sinonimi!

Speriamo che non vi stanchiate di sentirci spiegare perché il compostaggio è importante: per ridurre la quantità di rifiuti mandati in discarica nei quali, la frazione organica, degradandosi, produce grandi quantità di metano, uno dei gas responsabili dell’effetto serra. Invece, in una compostiera, l’aria a contatto con i rifiuti riduce drasticamente la quantità di metano prodotto. E il compost diventa un eccellente fertilizzante per piante ornamentali e orti, ricco di nutrienti, con un pH equilibrato e naturali proprietà curative contro le malattie per le piante.


1 commento su “Cannucce biodegradabili: molto meglio di quelle di plastica”
  1. saint andres ha detto:

    Interessante questa cosa delle cannucce biodegradabili. Grazie all’articolo ho anche capito la differenza tra compostabile e biodegradabile!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009