Integratori per dimagrire: cosa pensare della Garcinia Cambogia?

Di , scritto il 08 Settembre 2016

garcinia-cambogiaIl sovrappeso è uno dei tanti crucci per la maggior parte delle persone del XXI secolo: la sedentarietà unita a un’eccessiva indulgenza sui piaceri del palato e magari anche una a predisposizione ereditaria fanno sì che molti di noi facciano fatica a rimanere snelli e tonici. Ben vengano tutti gli aiuti derivanti dagli integratori naturali, che di fatto sono svariati. Uno dei più apprezzati negli ultimi anni è la Garcinia Cambogia, una pianta che cresce alle latitudini sub-tropicali: per la precisione è originaria dell’Indonesia, infatti la Garcinia è il nome di una regione in quell’arcipelago. Come vedete, i frutti della Garcinia hanno una forma tondeggiante e una pelle di colore verde chiarissimo. Gli asiatici sanno come utilizzarli come ingrediente nella loro gastronomia, ma da noi la Garcinia Cambogia è soprattutto presente sotto forma di estratti (preferibilmente in capsule) che da più parti vengono indicati come apportatori di numerosi benefici per la silhouette, senza danni per la salute. In questo post cercheremo di capire l’effettiva utilità della Garcinia Cambogia per dimagrire.

Quali sono le virtù della Garcinia?

Come spesso avviene per i frutti e gli ortaggi, le proprietà più importanti della Garcinia gummi-gutta (questo il suo nome scientifico) si trovano nella buccia: essa è infatti ricca di acido idrossicitrico, utile per favorire la digestione e la scomposizione dei grassi e anche in grado di causare un benefico senso di sazietà in chi la assume (con conseguente ridotto desiderio di cibo). Ecco quindi una ottima sinergia che conduce al controllo del peso – grazie alla riduzione della massa grassa che si deposita prevalentemente su addome, fianchi e sedere, tuttavia senza riduzione della massa muscolare – e simultaneamente a un calo dell’appetito.

Ci sono delle controindicazioni al consumo di Garcinia Cambogia?

In linea generale, la risposta è no, anche se è opportuno assumerla nelle dosi suggerite (per essere efficace, un integratore alimentare a base di Garcinia Cambogia deve contenere almeno 500 milligrammi del principio attivo). Devono invece evitarla i diabetici, le donne in stato di interessante e nella fase di allattamento, coloro che sono affetti dal morbo di Alzheimer.

E’ possibile abbinare la Garcinia Cambogia con altri prodotti naturali

Assolutamente sì, per potenziarne reciprocamente gli effetti: ad esempio, con il Green Coffee, anch’esso capace di accelerare il metabolismo, pur senza presentare effetti indesiderati su cuore e sistema circolatorio. Ovviamente, tutto quanto detto riguardo al dimagrimento implica sempre da parte della persona l’assunzione di un’alimentazione molto bilanciata e la pratica di attività fisica con regolarità e costanza.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloEcologia.it – Il blog sull'ecologia e l'ambiente supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009